cerca CERCA
Giovedì 18 Aprile 2024
Aggiornato: 00:18
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Cultura, Michela Proietti prima ospite della IIa edizione di 'Voci e storie a Porto Cervo'

29 luglio 2023 | 19.35
LETTURA: 3 minuti

E' autrice dei bestseller “La Milanese” e “La Milanese 2, il viaggio continua”

Michela Proietti - (Fotogramma/Ipa)
Michela Proietti - (Fotogramma/Ipa)

Dopo il successo della prima edizione, si è tenuto ieri, venerdì 28 luglio, il primo appuntamento della seconda edizione di “Voci e storie a Porto Cervo”, la kermesse culturale del quotidiano d’opinione La Ragione - leAli alla libertà. La prima ospite della rassegna Michela Proietti, giornalista de “Il Corriere della Sera” e “7” e autrice dei bestseller “La Milanese” e “La Milanese 2, il viaggio continua”. È stata insignita dell’Ambrogino d’Oro nel 2022. Nel parlare di una donna consapevole, realizzata e protagonista del suo tempo – come “La Milanese” descritta da Michela Proietti, è stato naturale esplorare anche i molteplici punti lanciati aperti dal dibattito sul ‘politically correct’ e il ‘MeToo’: “Avverto tutto il disagio delle esagerazioni legate a questi movimenti. A battaglie legate ad aspetti di pura forma, come le desinenze di professioni o cariche (ministra, avvocata…). Non credo proprio che la declinazione maschile o femminile faccia tutta questa differenza quando si tratta, invece, di conquistare spazi, peso nella società e opportunità di carriera”.

Sull’argomento donne-lavoro, la Proietti non ha dubbi: “Concentriamoci piuttosto sulle perduranti differenze che affliggono le donne, a partire dalla insostenibili distanze nelle retribuzioni e nelle possibilità di carriera”. A domanda diretta su eventuali ‘proposte indecenti’ ricevute l’autrice de La Milanese risponde netta e sicura. “No, a me non è mai capitato in tutta la vita e carriera. Conosco donne, però, che si sono trovate davanti a questo bivio, costrette a dire sì anche solo ad allusioni vergognose per evitare porte sbattute in faccia. Con il sovrapprezzo – aggiunge la Proietti – del pensiero dei tanti e tante pronte a dubitare delle tue successive denunce. Quasi come se le donne se ne approfittassero”.

E sul movimento #MeToo? “Indiscutibilmente positivo – ci racconta la Proietti – ma anche capace di conseguenze esageratamente folli. Casi che hanno letteralmente triturato vite come nella vicenda di Kevin Spacey. È lì che il MeToo è scappato di mano”. Fra queste, ha sottolineato La Milanese, “l’atteggiamento di imbarazzo e difficoltà di tanti uomini e donne. Ormai, non ci si sente più liberi neppure di aprire una portiera a una signora, di versare dell’acqua o del vino, sia mai dovesse piovere sulla testa del malcapitato l’accusa di patriarcato!”, racconta la Proietti con un filo di ironia.

“Dire che una donna “è bella o elegante“ è sempre e comunque una vergogna o, peggio, una violenza? Fermo restando l’obbligo da parte di tutti gli uomini di rispettare in ogni circostanza e senza eccezioni un “No“. In qualsiasi momento di una relazione”, conclude La Milanese. Il secondo appuntamento è oggi, sabato 29 luglio, con il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia, che coglierà l’occasione per presentare il suo libro “I pessimisti non fanno fortuna. La sfida del futuro come scelta”, edito da Marsilio Editore. L’incontro verrà moderato dalla giornalista e conduttrice televisiva Katia Noventa insieme al Direttore Fulvio Giuliani. Partner della kermesse, Ferrari Trento, eccellenza del Made in Italy, che al termine di ogni serata offrirà a tutti gli ospiti l’aperitivo Ferrari nonché il partner Christian Dominici Spa. Media partner l’agenzia di stampa Adnkronos. Tutti gli incontri diventeranno podcast e contenuti fruibili sul sito www.laragione.eu, l’app e tutte le piattaforme social del quotidiano.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza