cerca CERCA
Venerdì 12 Aprile 2024
Aggiornato: 12:35
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Mostre: Roma, 'Geografie del cuore' di Salafia alla Galleria Acquario

14 marzo 2016 | 14.41
LETTURA: 3 minuti

Fabio Salafia, <span id='Fiamme di stelle' (olio su tela, 2015) " />
Fabio Salafia, 'Fiamme di stelle' (olio su tela, 2015)

Approda a Roma la mostra 'Geografie del cuore' di Fabio Salafia. Ospitata nella Galleria Acquario Arte Contemporanea - dal 18 marzo fino al prossimo 16 aprile - la personale del pittore siciliano costituisce il trasferimento della più recente esposizione dell'artista, lo scorso agosto presso il Castello di Donnafugata a Ragusa, rispetto alla quale questa nuova occasione espositiva presenta anche lavori inediti.

Pittore tra i più apprezzati tra le nuove voci dello scenario artistico italiano, Fabio Salafia intraprende il cursus espositivo del 2002, che si dispiega in seno a mostre collettive, oltre cento, nel territorio nazionale, quindi in una collana di personali, la cui prima, 'Equazioni visive', viene ospitata dalla Galleria degli Archi di Comiso ed illustrata da un catalogo, in cui la prefazione porta la prestigiosa firma di Piero Guccione.

Sul piano tematico e stilistico, Salafia avvia il suo percorso da una ispirazione fondamentalmente paesaggistica, ma vissuta in una originale soggettività delle percezioni e della restituzione della natura. Pur mantenendo un costante riferimento al reale, condotto in una sofisticata rete di analogie col vero naturale, l'artista porta avanti un discorso che investe parimenti sui valori pittorici dell'opera.

Un viaggio che pone l'accento sul valore di traduzione d'una emozione

Nell'affrontare quello che a un primo sguardo potremmo valutare come paesaggismo, Salafia si allontana dalla figurazione tout court, ponendo l'accento sul valore di traduzione d'una emozione che si propone il pittore siciliano, il quale non ne vuole celare la fine cultura figurativa, forte di studi specifici su maestri senza tempo come Leonardo da Vinci, Charles Le Brun, Cartesio.

È dunque un viaggio, quello di Fabio Salafia, che addita, quale meta ultima, all'anima, al nucleo caldo delle cose naturali e delle cose dell'uomo, in un discorso stilistico finissimo, che percorre con sapiente equilibrismo il difficile confine tra figurazione e volontà d'astratto, con una tenace attenzione alle fascinazioni sprigionate dalla consapevole amministrazione della materia pittorica.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza