cerca CERCA
Venerdì 24 Maggio 2024
Aggiornato: 19:11
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Il dietologo: "Digiuno mai senza controllo medico, no a mode"

"Pratica potenzialmente pericolosa, e poi quel che fa dimagrire è mangiare meno calorie di quante se ne consumano"

Il dietologo:
16 maggio 2023 | 14.21
LETTURA: 3 minuti

Digiuno intermittente? "Non lo farei mai, se non sotto controllo medico". E' la premessa da cui parte Edoardo Mocini, medico chirurgo specialista in Scienza dell'alimentazione, ricercatore della Sapienza al Policlinico Umberto I, interpellato dall'Adnkronos Salute su questa pratica tornata di recente sotto i riflettori sull'onda dell'interesse suscitato dalle parole dell'immunologa Antonella Viola, che ha raccontato di praticare il digiuno intermittente e tratta l'argomento (in maniera solo "incidentale", tiene a precisare) in un suo recente libro.

Come leggere queste dichiarazioni? "Secondo me vanno scisse due parti - puntualizza Mocini - Da un lato ci sono le argomentazioni della scienziata che riporta eventualmente evidenze scientifiche sul tema del digiuno. Dall'altro c'è il racconto di un'esperienza aneddotica riferita a una sua esperienza di vita che però, se dal punto di vista divulgativo può essere affascinante, dal punto di vista scientifico ha validità zero, ovviamente. Perché è come se io, parlando di immunologia, dicessi: non ho mai usato le mascherine e non ho preso il Covid, quindi le sconsiglio. Suonerebbe assurdo". Nell'ambito delle diete, prosegue l'esperto, "purtroppo è prassi comune che si prendano" a esempio "le esperienze personali non solo di scienziati, ma anche di star del cinema".

Per quanto riguarda le evidenze scientifiche, per lo specialista "va precisato intanto che è difficile dire cos'è il digiuno intermittente perché sotto questo 'cappello' c'è un po' di tutto. Potremmo dire che è un periodo nel quale non si mangia. Ma in realtà va chiarito che finora tutto ciò che è finito sotto quel cappello ha dimostrato di non avere grande rilevanza nell'uomo. Nel senso che, rispetto al tema del dimagrimento citato da Viola, se si mangiano meno calorie di quante se ne consumano si dimagrisce. Quindi, a parità di calorie, una dieta ipocalorica in cui si mangia tutti i giorni un po' di meno ha la stessa efficacia rispetto a non mangiare un giorno e il giorno dopo mangiare il doppio. L'unica cosa che conta nella perdita di peso è il deficit calorico e riuscire ad impostarlo e sostenerlo".

Certo, aggiunge Mocini, "poi ci sono mille fattori che influenzano. Però, dal punto di vista biochimico, il digiuno non ha un maggior effetto sul dimagrimento. E tutta l'evidenza scientifica dimostra che quello che fa dimagrire è il deficit calorico. Un conto, poi, sono le verità scientifiche che si trovano nell'ambito di ricerca e che possono essere riferite a studi basati su colture cellulari, sugli animali (topo, criceto, e così via) e sull'uomo. Deve essere chiaro che, anche quando dovessimo arrivare a vedere dei palesi benefici" del digiuno intermittente, "prima che questi benefici si traducano in indicazioni dietetiche da mettere in atto nella popolazione ce ne passa". Al momento, sul digiuno "i benefici osservati sono veramente timidi e non c'è letteratura scientifica che dimostri in maniera chiara che ce ne siano", ribadisce il dietologo.

Va tenuto presente inoltre cosa può succedere nel mondo reale, l'impatto sulle persone. "Penso per esempio al rapporto con il cibo: molti disturbi dell'alimentazione iniziano con diete restrittive o con digiuni portati avanti per qualche altro motivo", avverte. Se Mocini dovesse lanciare un messaggio, di fronte a un boom di notizie come quelle che riguardano il digiuno in questi giorni, suggerirebbe di "evitare di seguire le mode del momento per cercare di gestire un tema complesso come l'alimentazione. Il digiuno oggi è la moda del momento, come ieri lo era un'altra dieta e dopodomani sarà un'altra dieta ancora. Attualmente quanto ho illustrato è ciò che il ministero, le linee guida, i medici esperti nell'ambito alimentare ci indicano. Viola è senz'altro una ricercatrice bravissima, non è una nutrizionista o una dietologa. Il racconto di una sua esperienza di vita non può essere interpretato o non può tradursi in consigli alla popolazione. Il messaggio che in generale si può dare? Il digiuno è una pratica potenzialmente pericolosa; eviterei di iniziarla se non sotto controllo medico", conclude.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza