cerca CERCA
Sabato 13 Aprile 2024
Aggiornato: 09:05
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Israele: "Via civili da Gaza". Migliaia a piedi verso il Sud

13 ottobre 2023 | 07.28
LETTURA: 6 minuti

Hamas blocca l'esodo: "Restate qui, è propaganda". Hezbollah: “Pronti a colpire al momento giusto”. Tajani a Tel Aviv

Esodo civili da Gaza - (Afp)
Esodo civili da Gaza - (Afp)

Israele ordina un'evacuazione totale dei civili di Gaza City verso sud, in vista dell'inizio dell'operazione di terra. Ma Hamas blocca l'esodo: "E' propaganda". Queste le ultime news sulla guerra di oggi 13 ottobre 2023.

Israele ordina evacuazione civili Gaza City verso sud

L'esercito israeliano ha ordinato ai civili di Gaza City di evacuare "dalle loro case verso sud per la loro sicurezza e protezione e di spostarsi nell'area a sud del Wadi di Gaza". In una nota le forze dello Stato ebraico sottolineano che "l'organizzazione terroristica Hamas ha intrapreso una guerra contro lo Stato di Israele e Gaza City è un'area in cui si svolgono le operazioni militari. Questa evacuazione è per la vostra sicurezza".

"Potrete tornare a Gaza City solo quando verrà fatto un altro annuncio che lo consentirà. Non avvicinatevi all'area della barriera di sicurezza con lo Stato di Israele", ha aggiunto l'esercito, secondo cui "i terroristi di Hamas si nascondono a Gaza City nei tunnel sotto le case e all'interno di edifici popolati da civili innocenti". "Civili di Gaza City, evacuate a sud per la vostra sicurezza e quella delle vostre famiglie e prendete le distanze dai terroristi di Hamas che vi usano come scudi umani - si conclude la nota - Nei prossimi giorni, l'Idf continuerà a operare in modo significativo a Gaza City e farà grandi sforzi per evitare colpire i civili".

Hamas: "Ordine evacuazione è propaganda israeliana"

Le autorità di Hamas hanno chiesto agli abitanti di Gaza City di ignorare l'ordine di evacuazione verso sud annunciato da Israele. Secondo Hamas, si tratta di "falsa propaganda volta a confondere i cittadini e a rompere la coesione interna palestinese". E' una "guerra psicologica", affermano ancora le autorità di Hamas.

al-Jazeera: "Migliaia a piedi verso il sud di Gaza"

Migliaia di persone si stanno dirigendo verso il sud della Striscia di Gaza dal nord dell'enclave palestinese raccogliendo la richiesta di Israele, riporta il corrispondente di al-Jazeera, spiegando di aver impiegato due ore per percorrere un tratto che di solito necessitava di quindici minuti di spostamento. E questo per le migliaia di persone e famiglie che si stanno muovendo per lo più a piedi, anche se una minima parte sta utilizzando l'auto.

''Lungo la strada ho assistito a una vera tragedia - racconta il corrispondente di al-Jazeera - Ho visto migliaia di persone portare con sé i propri figli. Alcuni portavano materassi o piccole borse con dentro tutto ciò che potevano portare con sé, cose essenziali come vestiti per i loro figli e i documenti necessari''. La maggior parte del nord della Striscia di Gaza, però, non è stata ancora evacuata e molti palestinesi si sono chiesti ''Dove possiamo andare? Esistono vere e proprie strutture di accoglienza nel sud?''.

Onu: "Da evacuazione devastanti conseguenze umanitarie"

"Le Nazioni Unite considerano impossibile un tale movimento senza devastanti conseguenze umanitarie". Così il portavoce del segretario generale delle Nazioni Unite, Stephane Dujarric, aggiungendo: "Questo corrisponde a circa 1,1 milioni di persone lo stesso ordine si applica a tutto lo staff dell'Onu e le persone che si stanno rifugiando negli edifici dell'Onu, in scuole, centri medici e cliniche". "Le Nazioni Unite rivolgono un forte appello affinché questo ordine, se confermato, venga ritirato, evitando quello che potrebbe trasformare quella che è già una tragedia in una situazione di calamità", ha poi concluso.

Hamas: razzi su Ashkelon e aeroporto Tel Aviv

Hamas rivendica un attacco con "150 razzi" contro la città israeliana di Ashkelon, affermando che si tratta di una risposta per "vendicare gli sfollati" nella Striscia di Gaza e gli "attacchi" di Israele "contro i civili". Lo riporta la tv satellitare al-Jazeera che dà notizia di un breve messaggio diffuso dal braccio armato del gruppo, le Brigate al-Qassam, che sabato scorso ha lanciato un terribile attacco in Israele.

I miliziani hanno annunciato anche di aver lanciato razzi contro l'aeroporto Ben Gurion di Tel Aviv in risposta agli attacchi contro i civili a Gaza. Lo riportano le tv satellitari arabe.

Hezbollah: “Pronti a colpire Israele al momento giusto”

Hezbollah è "assolutamente preparata" ad intervenire contro Israele ed agirà "al momento giusto". Lo ha dichiarato il numero due della formazione filo-iraniana davanti a centinaia di suoi sostenitori che hanno manifestato a sostegno dei palestinesi in un sobborgo meridionale di Beirut. "Hezbollah sta seguendo i movimenti del nemico. Siamo assolutamente preparati e agiremo al momento giusto", ha avvertito Sheikh Naim Qassem.

Scontri con forze israeliane in Cisgiordania, 11 morti

Undici palestinesi sono morti in scontri con le forze della sicurezza israeliana in Cisgiordania. Lo riferisce la tv satellitare al-Jazeera sulla base quanto comunicato dalle autorità sanitarie palestinesi. I palestinesi sono rimasti uccisi in varie località, comprese Tulkarem, Nablus, Beit Ula e Tammun. Decine di persone sono rimaste ferite, riporta l'emittente dopo che la Mezzaluna Rossa Palestinese ha fatto sapere di oltre 124 palestinesi feriti.

Tajani in Israele

Il ministro degli Esteri, Antonio Tajani, è arrivato in Israele e si sta recando in una delle zone del sud del Paese teatro dell'attacco di Hamas. Qui è previsto anche l'incontro con il suo omologo israeliano, Eli Cohen.

Colpiti 750 obiettivi militari nella notte

L'esercito israeliano ha annunciato che 750 obiettivi militari sono stati colpiti nei raid notturni condotti da decine di aerei sulla Striscia di Gaza. Tra gli obiettivi colpiti, si legge in una nota, figurano "tunnel sotterranei di Hamas, compound e postazioni militari, residenze di terroristi di primo piano utilizzati come centri di comando militare, depositi di armi e reti di comunicazione". Israele ha anche annunciato di aver ucciso un comandante della 'Nukhba', l'unità militare speciale di Hamas.

Hamas: 13 ostaggi uccisi in bombardamenti Israele su Gaza

"Tredici prigionieri" sarebbero rimasti uccisi in raid israeliani "nelle ultime 24 ore" sulla Striscia di Gaza. Tra questi ci sarebbero anche stranieri. Lo affermano le Brigate al-Qassam, braccio armato di Hamas, senza fornire dettagli sulla nazionalità delle persone che sarebbero rimaste uccise.n"Sei prigionieri sono stati uccisi nel Governatorato del Nord e sette nel Governatorato di Gaza a seguito dei bombardamenti nemici", affermano secondo quanto riporta la tv satellitare al-Jazeera.

Sale bilancio morti

Sale il bilancio nella Striscia di Gaza dopo le operazioni israeliane seguite all'attacco di Hamas di sabato. Sono 1.799 i palestinesi uccisi e 6.488 i feriti nella Striscia di Gaza secondo il nuovo bilancio è stato fornito dal ministero della Sanità di Gaza.

Da parte loro le forze israeliane (Idf) hanno diffuso i nomi di altri 12 soldati uccisi in scontri dall'attacco di Hamas di sabato scorso in Israele. Sale così a 257 il numero dei caduti fra i militari.

Onu: oltre 400.000 sfollati nella Striscia di Gaza

Sono oltre 400mila gli sfollati nella Striscia di Gaza. Secondo dati diffusi nelle ultime ore dall'Ocha (Ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli Affari umanitari), gli sfollati interni sono "oltre 423.000", con "aumento del 25% in 24 ore", e circa due terzi hanno trovato riparo in scuole gestite dall'Unrwa, l'Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati palestinesi .

Leggi anche
Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza