cerca CERCA
Mercoledì 19 Giugno 2024
Aggiornato: 04:52
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Mediterraneo, riunito a Roma l'International Board della Fondazione Med-Or

Prima riunione in programma presso la sede della Fondazione, sarà presieduta dal presidente di Med-Or Marco Minniti

Foto di repertorio - (Fotogramma)
Foto di repertorio - (Fotogramma)
24 maggio 2023 | 18.00
LETTURA: 3 minuti

L’International Board della Fondazione Med-Or si riunisce oggi per la prima volta a Roma. Consesso unico nel panorama italiano, composto da personalità di altissimo livello del mondo politico, diplomatico e accademico internazionale, provenienti da molti paesi dell’area Mediterranea ed euro-atlantica, il Board riflette la proiezione internazionale di Med-Or. Questa prima riunione, in programma presso la sede della Fondazione, sarà presieduta dal presidente di Med-Or Marco Minniti, si annuncia in un comunicato stampa. (VIDEO)

"Siamo molto orgogliosi di poter ospitare nella nostra Fondazione un incontro di così alto livello. Questa nostra prima riunione dell’International board rappresenta un momento molto importante per promuovere un utile confronto sul futuro del Mediterraneo e rafforzare la proiezione internazionale della nostra Fondazione, a due anni dalla sua nascita", commenta Marco Minniti.

Alla prima riunione dell’International Board di Med-Or sono presenti Ana Palacio, già Ministro degli Affari Esteri del Regno di Spagna, Vicepresidente senior e Consigliere generale del Gruppo Banca Mondi ale e membro del Consiglio di Stato della Spagna, il Principe saudita Turki Al-Faisal, il presidente del King Faisal Center for Research and Islamic Studies, già Ambasciatore d’Arabia Saudita nel Regno Unito e negli Stati Uniti e Direttore del General Intelligence Directorate dell’Arabia Saudita, Thomas De Maizière, già Ministro dell’Interno della Germania e Ministro della Difesa della Germania, Ebtesam Al-Ketbi, Presidente e Fondatrice dell’Emirates Policy Center, Professoressa di Scienze Politiche presso la United Arab Emirates University e infine Membro della Commissione Consultiva del Consiglio di Cooperazione del Golfo.

Ci saranno altresì John Negroponte, che ha ricoperto in passato numerosi incarichi presso le amministrazioni americane, tra cui Vicesegretario di Stato degli Stati Uniti e Direttore dell’Intelligence nazionale degli Stati Uniti, Ambasciatore presso le Nazioni Unite, Vice Consigliere per la sicurezza nazionale e inoltre Professore presso il Miller Center for Public Affairs dell’Università della Virginia.

Presenti inoltre Sir Alex Younger, già Direttore del Secret Intelligence Service (MI6) del governo britannico e Abdallah Bou Habib, Ministro degli Affari Esteri e degli Emigranti del Libano, Said Djinnit (Algeria), già Inviato Speciale delle Nazioni Unite per la Regione dei Grandi Laghi, e precedentemente Rappresentante Speciale delle Nazioni Unite per l’Africa Occidentale, oltre a Commissario per la Pace e la Sicurezza dell’Unione Africana, Khalid bin Ahmed Al-Khalifa, Consigliere del Re del Bahrain per gli Affari Diplomatici, già Ministro degli Affari Esteri del Bahrain.

Parteciperanno anche Frederic Gateretse-Ngoga, Ambasciatore presso il Commissario dell’Unione Africana per gli Affari Politici, la Pace e la Sicurezza; Rachid Mohamed Rachid (Egitto), già Ministro del Commercio Estero e dell’Industria d’Egitto, Abdeta Beyene (Etiopia), Direttore Esecutivo del Center for Dialogue, Research and Cooperation; Gilles Kepel, Inviato Speciale del Presidente Emmanuel Macron per il Mediterraneo, Bernardino Léon (Spagna), già Rappresentante Speciale e Capo della missione di supporto delle Nazioni Unite in Libia e poi Direttore Generale della Emirates Diplomatic Academy.

Presenti Mohamed Ali Guyo (Kenya), Inviato Speciale dell’IGAD per il Mar Rosso, il Golfo di Aden e la Somalia; Alia Hatoug-Bouran, Senatore del Regno Hascemita di Giordania, in passato Ministro della Cultura e Ambasciatore negli USA e Presidente della PAM (Parlamentary Assembly of Mediterraneam), David Meidan (Israele), già Alto Funzionario del governo israeliano e in tale ruolo Inviato Speciale di Netanyahu per la liberazione del soldato delle Forze di Difesa Israeliane Gilad Shalit.

Partecipano infine Carmelo Abela, già Ministro presso la Presidenza del Consiglio dei ministri di Malta, Ministro degli Affari Esteri e della Promozione del Commercio di Malta e anche Ministro dell’Interno e della Sicurezza Nazionale di Malta, Ahmedou Ould-Abdallah, già Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione della Mauritania e Inviato speciale delle Nazioni Unite per la Somalia, Bahija Simou, Direttrice degli Archivi Reali del Marocco, Karim El Aynaoui, Presidente del Policy Center for the New South di Rabat e Vicepresidente dell’Università Mohammed VI Polytechnic di Rabat; Salim Mokaddem, Consigliere del Presidente, Radmila Šekerinska, già Ministro della Difesa della Macedonia del Nord, Vice Primo Ministro della Macedonia del Nord e Presidente dell’Unione socialdemocratica di Macedonia, Khalid Al-Khater, Direttore del Dipartimento “Politiche e Pianificazione” presso il Ministero degli Affari Esteri del Qatar e Mayamba Cindy Mwanawasa, Consigliere politico del Presidente della Repubblica di Zambia e Ali Abukar Hayo, Inviato Speciale in Italia del Presidente della Somalia.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza