cerca CERCA
Martedì 05 Marzo 2024
Aggiornato: 14:39
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Proiettili con uranio impoverito a Ucraina, Russia accusa Gb di "genocidio"

22 marzo 2023 | 08.11
LETTURA: 4 minuti

Kiev: "Abbattuti nella notte 16 su 21 droni iraniani". Zelensky: "Raid criminali"

(Foto Afp)
(Foto Afp)

La Russia ha accusato la Gran Bretagna di voler scatenare un "genocidio" fornendo all'Ucraina proiettili con uranio impoverito. "L'uso di munizioni con uranio impoverito è una manifestazione di genocidio della popolazione contro la quale sono usate e delle persone che le usano", ha dichiarato la portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, in un'intervista alla 'Sputnik'.

Anche il presidente russo, Vladimir Putin, ha criticato apertamente la decisione della Gran Bretagna di consegnare all'esercito di Kiev munizioni con uranio impoverito. Ieri sera il ministero della Difesa britannico in una nota ha respinto le accuse, spiegando che si tratta di "un componente standard" che ''non ha nulla a che fare con armi o capacità nucleari". E questo "la Russia lo sa, ma sta deliberatamente cercando di disinformare", si precisa nella nota.

"Nel momento in cui stavamo discutendo delle possibilità del piano di pace cinese, si è saputo che il Regno Unito ha annunciato non solo la fornitura di carri armati all'Ucraina, ma anche proiettili all'uranio impoverito. Vorrei sottolineare che se tutto ciò accadesse, la Russia sarà costretta a reagire di conseguenza, tenendo presente che l'Occidente collettivo sta già iniziando a utilizzare armi con una componente nucleare", le parole di Putin.

"Hanno già usato queste munizioni quando ci sono stati eventi in Serbia, dove hanno bombardato città pacifiche e distrutto ponti senza alcuna sanzione delle Nazioni Unite", ha detto il ministro della Difesa, Dergei Shoigu. "Chi ha usato queste munizioni ha avuto gravi malattie. Come sempre, all'epoca c'era poco interesse per gli effetti di queste munizioni. E in qualche modo tutto è finito nel dimenticatoio. Bene, questo ci spinge a pensare seriamente all'ulteriore corso degli eventi e a come possiamo rispondere", ha aggiunto.

"Provocherà una tragedia globale che colpirà principalmente l'Europa" l'eventuale fornitura di proiettili con uranio impoverito annunciata dal Regno Unito all'Ucraina. E' il pensiero espresso dal presidente della Duma di Stato russa, Vyacheslav Volodin, sul suo canale Telegram . Volodin ha ricordato che Washington "ha usato proiettili simili in Jugoslavia e Iraq, che hanno portato alla contaminazione dell'area, nonché a un forte aumento del cancro tra le persone".

Mosca: "Respinto attacco droni in Crimea"

La Flotta russa sul Mar Nero ha annunciato di aver respinto un attacco ucraino con droni a Sebastopoli, in Crimea. "All'alba la nostra flotta ha respinto un attacco con droni di superficie", ha dichiarato il governatore di Sebastopoli, Mikhail Razvozhayev. "In totale sono stati distrutti tre oggetti. Hanno cercato di penetrare nella baia, i nostri marinai hanno sparato contro di loro con armi leggere. Anche la difesa aerea ha agito su un bersaglio aereo. Le navi da guerra non sono state danneggiate", ha scritto Razvozhayev su Telegram.

Ieri missili da crociera russi 'Kalibr', trasportati in treno e destinati alla flotta russa nel Mar Nero, sono stati distrutti in un'esplosione avvenuta nella città di Dzhankoi, in Crimea. Le autorità di Kiev non hanno rivendicato direttamente la responsabilità dell'attacco, affermando però che serve a "smilitarizzare ulteriormente la Russia e preparare la penisola di Crimea alla liberazione dall'occupazione". Sergei Askyonov, a capo delle autorità filorusse locali, ha confermato l'attacco e l'attivazione del sistema di difesa aerea della regione e - riporta la Dpa - ha annunciato l'abbattimento di due droni ucraini a Dzhankoi. Una persona è rimasta ferita e due edifici sono stati danneggiati, ha aggiunto. Da parte russa non ci sono conferme dell'avvenuta distruzione dei missili.

Kiev: "Abbattuti nella notte 16 su 21 droni iraniani". Zelensky: "Raid criminali"

"Più di 20 droni iraniani assassini, oltre a missili e numerosi bombardamenti. E questo solo nell'ultima notte di terrore russo contro l'Ucraina. Ogni volta che qualcuno cerca di sentire la parola 'pace' a Mosca, lì viene dato un altro ordine per questi raid criminali". Lo scrive su Twitter il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, commentando l'ultima tornata di attacchi russi. "Il successo delle forze sulla terra, di cielo e di mare dell'Ucraina avvicina davvero la pace - ha aggiunto - Il pieno rispetto del regime di sanzioni contro la Russia ripristina la forza della Carta delle Nazioni Unite. L'unità globale può ripristinare la stabilità globale".

Lo Stato maggiore dell'esercito ucraino ha fatto sapere che le forze armate ucraine hanno abbattuto "16 dei 21 droni" iraniani di tipo Shahed impiegati durante l'attacco notturno della Russia sulla regione di Kiev.

Raid droni russi su regione Kiev, 3 morti e 7 feriti

Tre persone sono morte e sette sono rimaste ferite a seguito di un attacco nella notte condotto da droni russi nella regione di Kiev. Lo riporta il sito d'informazione Ukrinform, citando una nota dell'amministrazione militare regionale su Telegram.

Leggi anche
Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza