cerca CERCA
Venerdì 14 Giugno 2024
Aggiornato: 16:31
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Nasce la nuova batteria europea di AEHRA-MIBA

Siglata la partnership con il gruppo austriaco, per realizzare una batteria che permette il riciclo delle parti danneggiate e il riutilizzo dei componenti

25 maggio 2023 | 18.21
LETTURA: 2 minuti

Si tratta di una batteria smontabile che permette di andare a sostituire e riciclare solo le parti danneggiate, salvaguardando e riutilizzando quelle intatte.

E al tempo stesso una batteria più leggera, con una gestione termica ottimizzata, che garantisca una ricarica rapida per un numero maggiore di cicli.

Questa la sintesi dell'accordo siglato tra AEHRA, il marchio globale italo-americano di auto elettriche di alta gamma, e il gruppo MIBA, che sviluppa e produce soluzioni per batterie nella sua VOLT Factory in Austria.

Questo accordo con Miba - spiega Stefano Mazzetti, AEHRA Head of Purchasing and Procurement - sottolinea come i nostri partner vedano in noi una solidità tecnica e commerciale per potersi spingere in innovazioni focalizzate sull'incremento dell'efficienza e della sostenibilità. Questi saranno due tra i principali KPI dei prossimi decenni per quanto riguarda l’automotive”.

AEHRA e Miba intendono creare insieme una batteria caratterizzata dall'integrazione dell'innovativa tecnologia FLEXcooler.

Franco Cimatti, Chief Engineering Officer, approdato da qualche mese in AEHRA, dopo una lunga carriera in Ferrari e Lotus: “Tanti parlano di ricarica veloce, 350 kilowatt è un numero di riferimento per l'industria e si può sostenere finché la batteria tiene la temperatura. Se non è in grado di gestire quest’ultimo fattore, la velocità di ricarica rallenta. Noi stiamo cercando di realizzare una batteria che è "allenata" a sopportare quello sforzo nel processo ricarica, così da poterla mantenere per più tempo possibile”.

Ulteriore elemento della batteria è rappresentato dalla bidirezionalità, una caratteristica che conferma la filosofia di AEHRA.

Un impianto fotovoltaico di una casa, spiega Cimatti,  ha una batteria di accumulo di circa 10 kilowattora, se si ha una vettura che ha più di 100 kilowattora in caso di emergenza si può alimentare per qualche giorno l’abitazione grazie alla batteria dell’auto”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza