cerca CERCA
Venerdì 14 Giugno 2024
Aggiornato: 13:41
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Nomine Rai: Chiocci al Tg1, Preziosi al Tg2, Orfeo confermato al Tg3

Via libera del Cda con un voto a maggioranza. Francesco Pionati al Gr e Jacopo Volpi a RaiSport

Fotogramma
Fotogramma
25 maggio 2023 | 10.54
LETTURA: 6 minuti

Gian Marco Chiocci alla direzione del Tg1, Antonio Preziosi alla direzione del Tg2, Francesco Pionati al Gr e Jacopo Volpi a RaiSport. Il Cda Rai ha dato il via libera, con un voto a maggioranza, alle nomine alla direzioni giornalistiche proposte dall'ad Roberto Sergio. Confermata la direzione del Tg3, affidata a Mario Orfeo.

Come da anticipazioni della vigilia, l'ad ha anche comunicato le nomine ai vertici di alcune direzioni di genere, sulle quali il parere del Cda non è vincolante: Marcello Ciannamea diventa direttore dell'Intrattenimento Prime Time, Angelo Mellone dell'Intrattenimento Day Time, Paolo Corsini dell'Approfondimento e Adriano De Maio della direzione Cinema e Serie Tv, Monica Maggioni dell'Offerta informativa, Stefano Coletta della Distribuzione, Nicola Rao della direzione Comunicazione. Inoltre Simona Sala diventa direttrice di Radio 2. Mentre Francesco Giorgino dirigerà l'Ufficio Studi.

Confermati invece Silvia Calandrelli a Rai Cultura, Maria Pia Ammirati a Rai Fiction, Luca Milano a Rai Kids ed Elena Capparelli a RaiPlay e Digitale. Andrea Vianello infine va a dirigere la Tv di San Marino.

Rinnovati anche i vertici di Rai Com con Sergio Santo che sarà il nuovo amministratore delegato e Claudia Mazzola presidente. Per Rai Cinema, infine, confermati Paolo Del Brocco come ad e Nicola Claudio presidente.

GIAN MARCO CHIOCCI AL TG1: DALLE INCHIESTE ALLA RAI

Gian Marco Chiocci, 59 anni, è il nuovo direttore del Tg1. La sua carriera giornalistica inizia con una lunga gavetta in giro per l’Italia. Dal 1 giugno 1989 è collaboratore alle 'Gazzette' toscane di Longarini e lavora nella redazione di Prato, poi varie collaborazioni fino al 1 agosto 1989 quando comincia a lavorare presso svariate redazioni abruzzesi de 'Il Tempo'. Dal 1990 al 1992 presta servizio alla redazione del Il Tempo di Latina, e a fine '92 passa alla sede centrale a Roma del servizio politico del quotidiano, e poi alla cronaca di Roma. Dal 14 aprile 1994 al maggio 1995 segue il quotidiano L’Informazione, dove si occupa di cronache. Nel 1995, Vittorio Feltri lo fa collaborare con il quotidiano il Giornale, dove si contraddistingue per scoop e reportage. Tra questi, spicca l’inchiesta giornalistica denominata 'Affittopoli', scandalo immobiliare che coinvolse case di proprietà di enti pubblici o economici assegnate in affitto a personaggi eccellenti con condizioni di favore. In seguito all’inchiesta, Chiocci viene assunto al 'Giornale’.

Dopo un periodo alla Cronaca di Roma del Giornale, Chiocci passa alla cronaca nazionale, anche in conseguenza della promozione a 'inviato speciale' che per oltre un decennio lo porterà a seguire tutti i più importanti fatti di cronaca e di giudiziaria in Italia e all’estero. Nel 2010 è autore della celebre inchiesta sulla 'casa di Montecarlo' che coinvolge l’allora presidente della Camera e leader della destra italiana, Gianfranco Fini. Nel 2013 viene nominato direttore del quotidiano romano 'Il Tempo' e il 1 dicembre 2018 diventa direttore dell’agenzia di stampa Adnkronos. Il 30 ottobre 2020, in piena pandemia, firma una storica intervista a Papa Francesco.

JACOPO VOLPI, 40 ANNI IN RAI A RACCONTARE LO SPORT

Fiorentino, classe 1957, Jacopo Volpi è il nuovo direttore di Rai Sport. Una carriera iniziata in Rai da giovanissimo, a soli 22 anni, come collaboratore. Da sempre appassionato di sport, nel 1987 diventa giornalista professionista e viene assunto nella tv di stato nello stesso anno, partecipando come inviato alla trasmissione '90º minuto' e come telecronista delle principali partite del volley maschile e femminile.

La sua storia con la Rai dura da ben 40 anni. Come commentatore sono storiche le sue cronache della Nazionale Italiana maschile di pallavolo, che con Julio Velasco come commissario tecnico tra la fine degli anni '80 e i primi anni '90, vince numerose volte la World League e i Campionati Europei e Mondiali. E' proprio Volpi, in occasione della vittoria azzurra ai Campionati Mondiali di Volley del 1994 di Atene, a coniare la definizione di 'Generazione di fenomeni' (tratto dal titolo di una nota canzone degli Stadio), epiteto che diventerà iconico nel definire le gesta del volley azzurro da quel momento in poi.

Tra il 2008 e il 2010, guida diversi celebri programmi sportivi: 'Notti Europee', insieme a Daniele Tombolini e Teo Teocoli; gli speciali per le Olimpiadi da Pechino; la trasmissione Rai per la Confederations Cup; Notti Mondiali nel 2010. Nel 2012 è ospite fisso a 'Notti Europee' su Rai 2, e durante le Olimpiadi conduce su Rai 1 'Buonanotte Londra'. Volpi è vicedirettore di Rai Sport dal 2003 e da oggi prende il posto del direttore ad-interim Marco Franzelli.

CARBONI, DAGLI U2 A DUBLINO A RAI PARLAMENTO

Giuseppe Carboni, romano, 61 anni, è il nuovo direttore di Rai Parlamento. La sua carriera è iniziata in Rai, a Radio 3, come collaboratore nel programma 'Controcanto', nel 1979.

Dal 1981 al 1991 è impegnato con contratti a termine in qualità di programmista regista. Tra gli altri programmi, ha condotto "Speciale un certo discorso", "Folkconcerto". Dal 1982 al 1990 è uno dei conduttori di 'Rai Stereonotte'. Nel 1989 scrive il primo pezzo per il Tg2 sul concerto degli U2 di Dublino e dal 1991 diventa collaboratore della testata. Viene assunto con contratto a tempo indeterminato in qualità di redattore nel 1995 e destinato alla TgR, nella sede di Bolzano.

Dopo le direzioni di Mauro Mazza e Mario Orfeo, alla fine del 1996 torna a Roma, di nuovo al Tg2, nella redazione interni, come cronista politico. Nel 2002 diventa Capo Servizio della redazione Interni. E' nominato da Marcello Masi caporedattore del Tg2 con sede a Palazzo Montecitorio. Esperto di musica e spettacoli, è stato caporedattore del Tg2 dal 2011 al 2018. Nel novembre 2018 viene nominato direttore del Tg1. Il 18 novembre 2021 Carboni viene sostituito alla direzione del principale telegiornale Rai da Monica Maggioni. Da quel momento, e fino ad oggi, è stato alle dirette dipendenze dell'Amministratore Delegato.

RAO DAL TG2 ALLA COMUNICAZIONE

Nicola Rao, nominato oggi alla direzione Comunicazione della Rai, ha 60 anni e una lunga carriera giornalistica all'attivo, che nel dicembre scorso lo ha portato alla direzione del Tg2.

Nato a Latina nel 1962, Rao è giornalista professionista dal 1989. Dal 1987 al 2003 ha lavorato all'agenzia di stampa Adnkronos, prima come cronista giudiziario e poi come giornalista parlamentare. Nel 2003 viene assunto a tempo indeterminato, in qualità di redattore, presso il Tg2. Nel 2005 diventa caposervizio della redazione Interni del Tg2. Nel 2008 diventa vicecaporedattore della stessa redazione.

Nel 2010 viene nominato responsabile del Tgr-Lazio, con la qualifica di caporedattore centrale. Nel 2017 diventa vicedirettore della Tgr, guidando ad interim in diversi periodi le redazioni di Abruzzo, Marche e Umbria. Alla fine del 2021 viene nominato vicedirettore del Tg1. Lo scorso dicembre viene nominato direttore del Tg2. Rao è inoltre consigliere d'amminsitrazione della Fondazione Renzo de Felice e autore di numerosi libri sul terrorismo italiano di destra e di sinistra, come 'La Trilogia della celtica - La vera storia del neofascismo italiano' (2014) e 'Colpo al cuore' (2011).

Leggi anche
Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza