cerca CERCA
Lunedì 24 Giugno 2024
Aggiornato: 18:33
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Malattia X

Oms e la minaccia di una nuova pandemia: "Non è questione di se, ma di quando arriverà"

L'epidemiologa Maria Van Kerkhove e il post sulla 'malattia X': "Covid è stata l'ultima e la prossima è là fuori"

Infermiera - Afp
Infermiera - Afp
20 gennaio 2024 | 10.15
LETTURA: 2 minuti

La prossima pandemia dopo il Covid? "E' già là fuori" e "non è questione di se, ma di quando" arriverà. A ribadire l'allarme sulla 'malattia X', che "non è un concetto nuovo", è l'epidemiologa Maria Van Kerkhove, direttore Epidemic & Pandemic Preparedness and Prevention dell'Organizzazione Mondiale della Sanità che, dopo questi giorni di dibattito, oggi è tornata con un post su X sul tema di quanto dobbiamo temere la possibilità che in futuro si concretizzi una nuova minaccia pandemica, una 'malattia X'.

"Il Covid-19 era la malattia X - ha evidenziato l'esperta - e la prossima malattia X è là fuori". Restare pronti è la chiave per Van Kerkhove e bisogna lavorarci anche adesso, con continuità: "La preparazione alla pandemia è una costante", conclude.

Cos'è la 'malattia X', la patologia che non esiste nell'agenda del Forum di Davos

La misteriosa 'malattia X' è intanto entrata nell'agenda del Word Economic Forum di Davos. Già nel 2018, prima dell'emergenza Covid, l'Organizzazione mondiale della sanità aveva ipotizzato l'arrivo di una pandemia causata da una patologia ancora sconosciuta, chiamata genericamente 'Disease X' ovvero malattia X.

Una patologia che non esiste, ma il cui studio potrebbe facilitare la prevenzione in modo da preparare azioni flessibili e trasversali per arginare la diffusione di malattie tra cui appunto anche un ipotetico morbo a oggi ancora sconosciuto. Ora la malattia X ha interessato i vari esperti riuniti a Davos perché nell'agenda del Wef c'è stato un incontro, coordinato dal direttore generale dell'Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus, proprio dedicato a come affrontare una nuova pandemia da malattia X.

"Abbiamo conosciuto il virus Zika, Ebola e sappiamo cosa può accadere. Ma dobbiamo avere un piano per una futura e sconosciuta 'malattia X', di cui parliamo da tanti anni. Il Covid è stata la prima malattia X, ma può riaccadere e dobbiamo essere in grado di anticipare e preparaci a questo. Avere un sistema di allerta precoce, saper espandere velocemente i sistemi sanitari e investire di più nelle cure primarie", ha detto il dg dell'Organizzazione mondiale della sanità.

Gli esperti - oltre 300 scienziati sono stati radunati dall'Oms già nel novembre 2022 - ipotizzano che questa futura patologia potrebbe causare 20 volte più decessi del Covid. Il meeting tiene accesi i riflettori sui "nuovi sforzi necessari per preparare i sistemi sanitari alle molteplici sfide future".

Leggi anche
Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza