cerca CERCA
Mercoledì 19 Giugno 2024
Aggiornato: 03:00
10 ultim'ora BREAKING NEWS

In 10 città

Controllo del respiro al supermercato per scoprire asma, l'iniziativa dei medici di famiglia

MILANO 09/06/2009 VISITA AD UN SUPERMERCATO DISCOUNT DELLA LDL.NELLA FOTO UNA PANORAMICA DI UNA CORSIA ,DEL CENTRO COMMERCIALE LDL. FOTO MARCO TACCA/INFOPHOTO - INFOPHOTO
MILANO 09/06/2009 VISITA AD UN SUPERMERCATO DISCOUNT DELLA LDL.NELLA FOTO UNA PANORAMICA DI UNA CORSIA ,DEL CENTRO COMMERCIALE LDL. FOTO MARCO TACCA/INFOPHOTO - INFOPHOTO
05 dicembre 2015 | 13.33
LETTURA: 5 minuti

Asma, bronchite cronica ed enfisema lasciano senza fiato circa 7 milioni di italiani ma 1 asmatico su 3 non sa di essere malato e ben il 75% dei pazienti con broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco) non ha ricevuto una diagnosi. Per sensibilizzare gli italiani sull'importanza di un buon respiro per la salute generale il Sindacato nazionale medici autonomi italiani (Snami) promuove 'Medico amico Day- Progetto respiro'. Sabato 12 dicembre negli ipermercati di 10 città italiane tutti i cittadini potranno sottoporsi gratuitamente a una visita in cui, oltre a rispondere alle domande di un semplicissimo questionario, sarà possibile sottoporsi a rapidi test per misurare la qualità del respiro come l'ossimetria e la spirometria, ricevendo anche informazioni su come prevenire e combattere le malattie respiratorie. I medici saranno a disposizione dei pazienti a Bari, Bologna, Cagliari, Firenze, Napoli, Palermo, Pavia, Torino, Trento, Treviso.

Quando i polmoni funzionano a pieno ritmo sono macchine perfette. Ma in caso di malattie respiratorie come asma o Bpco la magia del respiro s’inceppa e si possono perdere fino a 10mila litri d’aria al giorno. E purtroppo i problemi sono sempre più frequenti: negli ultimi dieci anni la quota di asmatici è passata dal 3,6 al 6,9 % della popolazione e l'asma colpisce ormai 4,2 milioni di persone, mentre i pazienti con Bpco sono cresciuti dal 2,5 al 3% della popolazione generale e ammontano ormai a ben 2,6 milioni.

"Si tratta - dice Angelo Testa, presidente Snami - di patologie che possono essere prevenute e anche curate efficacemente, se vengono diagnosticate in tempo: se la diagnosi con strumenti standardizzati è precoce e viene seguita da terapie tempestive e appropriate, l'invalidità da malattie respiratorie può essere scongiurata o ritardata e queste possono essere gestite efficacemente dal medico di famiglia, lasciando allo specialista soltanto i casi più gravi con maggiori risparmi e minori difficoltà per i pazienti".

Oggi "sono disponibili - continua Testa - farmaci innovativi ed efficaci per il trattamento dell’asma e della Bpco , da inalare una sola volta al giorno e semplici da usare, ma alcuni di questi oggi possono essere prescritti solo dallo specialista e ciò limita la possibilità di accesso alle cure migliori da parte di tutti i pazienti che tuttora, in tantissimi casi, non sono consapevoli di avere difficoltà di respiro"

"Attraverso le visite gratuite dell'iniziativa Medico amico day - aggiunge Testa - vogliamo perciò individuare precocemente potenziali pazienti che potrebbero sviluppare patologie respiratorie croniche o esserne già portatori non trattati, per indirizzarli quanto prima verso il giusto trattamento. Il primo obiettivo perciò, oltre a spiegare ai cittadini l'importanza e le caratteristiche delle patologie respiratorie attraverso una campagna informativa dedicata, è portare gli italiani a misurare la qualità del respiro".

I test sono semplici: i cittadini saranno sottoposti a un questionario sulla salute generale e le abitudini di vita, quindi alla valutazione dell'ossigenazione del sangue tramite ossimetria, un esame veloce e non invasivo. Chi risulterà positivo alle due indagini eseguirà una spirometria, test facile e rapido per misurare nel dettaglio la qualità del respiro e della funzione polmonare. "La diagnosi precoce è l'unico mezzo per prevenire l'invalidità e la cronicizzazione delle patologie polmonari", conclude Testa anticipando che i dati raccolti nel corso dell'iniziativa " saranno poi analizzati per capire la diffusione delle malattie respiratorie nel nostro Paese. I risultati confluiranno in un Libro Bianco che sarà consegnato al ministero della Salute durante il congresso nazionale Snami", conclude Testa.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza