cerca CERCA
Martedì 16 Aprile 2024
Aggiornato: 10:19
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Covid Italia, presto la circolare sulle vaccinazioni in autunno

04 agosto 2023 | 10.39
LETTURA: 2 minuti

Così all'Adnkronos Francesco Vaia, nuovo direttore generale Prevenzione del ministero della Salute: "Prima un dl in Consiglio dei ministri", che dovrebbe togliere l'indicazione di isolamento per i positivi. L'infettivologo Bassetti: "Finalmente si torna alla completa normalità"

Fotogramma
Fotogramma

Sarà diffusa a breve, forse non già lunedì, ma "in settimana certamente", una circolare del ministero della Salute con le disposizioni sulla vaccinazione anti-Covid per il prossimo autunno-inverno. Lo spiega all'Adnkronos Salute Francesco Vaia, nuovo direttore generale Prevenzione del dicastero. "La circolare - precisa - dovrà essere preceduta da un Dl che dovrebbe andare in Consiglio dei ministri" e prevedere fra le altre cose lo stop dell'isolamento per le persone positive a Sars-CoV-2. Cadrà così, come preannunciato dal ministro Orazio Schillaci, anche l'ultima restrizione ancora in vigore contro Covid-19.

L'eliminazione dell'isolamento dei positivi a Covid-19, "che è una norma assolutamente vecchia e ormai superata, è un segno di buon senso, di ritorno alla completa normalità. Ci è voluto tanto, speriamo che succeda presto", commenta Matteo Bassetti, direttore della Clinica di malattie infettive del policlinico San Martino di Genova, a proposito dell'imminente provvedimento che, già dalla settimana prossima, dovrebbe decretare la fine di una delle misure simbolo della lotta al Covid, l'obbligo di isolamento per chi ha contratto il virus. "Già il ministro della Salute Schillaci si era espresso in tal senso - ricorda Bassetti - e bene ha fatto Francesco Vaia, che è sempre stato molto attento al buon senso, appena arrivato alla direzione della Prevenzione a mettere in cima all'agenda questo passaggio".

Quanto alla circolare sulla campagna vaccinale, "va fatta ora che siamo ad agosto - sottolinea - perché bisogna preparare l'opinione pubblica alla vaccinazione che si dovrà fare a settembre-ottobre nei fragili e negli anziani, dobbiamo evitare gli errori di comunicazione del passato. Devo dire che l'anno scorso furono fatti degli errori importanti da parte dell'allora ministro della Salute Speranza, come il lancio della quarta dose in un momento assolutamente sbagliato, con un target sbagliato perché si disse di fare la quarta dose a tutta la popolazione. Oggi, invece, si dice chiaramente che il target del richiamo vaccinale autunnale contro Covid-19 sono le persone anziane e i fragili: già questo è un primo passaggio molto importante, mette un confine tra chi beneficia della vaccinazione e chi invece può anche farne a meno", afferma Bassetti commentando positivamente quelle che dovrebbero essere le indicazioni della circolare a cui sta lavorando il direttore della Prevenzione del ministero della Salute.

"Dobbiamo tutti insieme continuare su questa linea anche nei prossimi mesi, perché il dato che ci ha visto tra i primi in Europa per le prime tre dosi e gli ultimi sulla quarta dose, dimostra che il successo della campagna vaccinale - chiosa l'infettivologo - è anche legato alla comunicazione".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza