cerca CERCA
Lunedì 20 Maggio 2024
Aggiornato: 10:43
10 ultim'ora BREAKING NEWS

Morto Gordon Moore, co-fondatore di Intel e pioniere dei chip

Oltre al suo contributo all'industria informatica e nella filantropia, Moore è celebre per aver descritto una nota legge informatica che ha preso il suo nome

Morto Gordon Moore, co-fondatore di Intel e pioniere dei chip
25 marzo 2023 | 23.24
LETTURA: 2 minuti

Intel e la Gordon and Betty Moore Foundation hanno annunciato la morte del co-fondatore di Intel, Gordon Moore, all’età di 94 anni. Moore fondò Intel insieme a Robert Noyce nel 1968, fu Executive Vice-President fino al 1975 e CEO e Presidente del consiglio di amministrazione fino al 1987. Dal 1997 al 2006 fu presidente emerito. Nel corso della sua vita, Moore si dedicò a cause filantropiche con particolare attenzione all’impatto ambientale, alla scienza e alla cura degli ammalati. Nel 2000 fondò la Gordon & Betty Moore Foundation. "Chi ha potuto conoscere e lavorare con Gordon sarà per sempre ispirato dalla sua saggezza, dalla sua umiltà e dalla sua generosità", ha detto il presidente della fondazione Harvey Fineberg. "La sua immaginazione il suo lavoro hanno dato il via a innovazioni fenomenali e progressi tecnologici che hanno dato forma alle nostre vite per come sono oggi, eppure questi incredibili successi sono solo parte di quello che ci ha lasciato. La sua generosità e quella di Betty come filantropi resteranno vive per sempre".

Prima di fondare Intel, Moore e Noyce hanno creato la Fairchild Semiconductor, la società che per prima ha prodotto commercialmente transistor basati sul silicio e in seguito i primi circuiti integrati. Dopo aver abbandonato il loro lavoro, i due hanno fondato Intel dopo aver assunto Andy Grove, che in futuro sarebbe diventato CEO dell'azienda. Oltre al suo contributo all'industria informatica, Moore è celebre per aver descritto una legge, che ha preso il suo nome, nata da una previsione del 1965, secondo la quale il numero di transistor su un circuito integrato è destinato a raddoppiare ogni anno. "Tutto quello che volevo comunicare in quell'occasione era che mettendo sempre più elementi in un chip è possibile rendere la tecnologia più economica", disse in un'intervista del 2008. Dieci anni dopo la sua legge si rivelò corretta, e nel 1975 disse che i transistor sarebbero raddoppiati ogni due anni per i successivi dieci anni.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza