cerca CERCA
Mercoledì 12 Giugno 2024
Aggiornato: 18:12
10 ultim'ora BREAKING NEWS

1 / 5
Siccità Italia, il business dell'acqua tra perdite e sprechi

04 luglio 2022 | 13.50
LETTURA: 3 minuti

La fotografia dell'Istat

Quello del'acqua è un business enorme, che parte dalla rete pubblica e passa per gli affidamenti in concessione a soggetti, pubblici, privati e misti. Tra le società che gestiscono il servizio, cinque grandi multiutility: Acea, Hera, Iren, A2a e Veolia. Quando i fenomeni climatici estremi come quelli che stiamo vivendo portano alla siccità, riemergono i problemi, sempre gli stessi, che affliggono la gestione dell'acqua: gli sprechi e, soprattutto, le perdite.

L'ultima fotografia scattata dall'Istat è quella in occasione della Giornata mondiale dell'Acqua, il 22 marzo 2022. Nel 2020 sono andati persi 41 metri cubi al giorno per km di rete nei capoluoghi di provincia/città metropolitana, il 36,2% dell’acqua immessa in rete (37,3% nel 2018). Sono 236 i litri per abitante erogati ogni giorno nelle reti di distribuzione dei capoluoghi di provincia/città metropolitana. In 11 Comuni capoluogo di provincia/città metropolitana, tutti nel Mezzogiorno, sono state adottate misure di razionamento nella distribuzione dell’acqua. Nel 2021 l’86,0% delle famiglie si dichiara soddisfatto del servizio idrico mentre il 65,9% delle persone di 14 anni e più è attento a non sprecare acqua.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche


SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza