cerca CERCA
Martedì 16 Luglio 2024
Aggiornato: 11:19
10 ultim'ora BREAKING NEWS
SPECIALE
 

 

PODCAST

Adnkronos dedica alla guerra in Ucraina un approfondimento in modalità podcast per comprendere al meglio la tragedia in atto. L'audio e le parole possono essere lo strumento più adeguato per una riflessione che vada oltre la cronaca quotidiana

 - Fotogramma
12 LUGLIO PUNTATA 1024

Arrivano nuovi aiuti militari americani all’Ucraina - Ascolta

Il presidente americano Biden ha annunciato un ulteriore pacchetto di aiuti militari Usa, secondo quanto scrive Pravda ucraina. Due funzionari americani hanno riferito che si tratta di un pacchetto del valore di 225 milioni di dollari e contiene il sistema missilistico antiaereo Patriot, il cui trasferimento è stato precedentemente confermato dalla Casa Bianca. Quanto agli F16, "avranno la loro base in Ucraina" ha affermato il Consigliere per la Sicurezza nazionale della Casa Bianca Jake Sullivan. Ringrazia gli Usa e gli alleati che hanno fornito nuovi armamenti il presidente ucraino Volodymyr Zelensky.

(Ipa/Fotogramma)
11 LUGLIO PUNTATA 1023

Mosca attacca la Nato dopo i nuovi aiuti militari a Kiev - Ascolta

Mosca lancia un duro avvertimento ai leader della Nato dopo i 40 miliardi di aiuti militari concessi all’Ucraina per aiutarla a combattere contro la Russia. Fondi stanziati che seguono la fornitura di F-16 da parte dei Paesi Nato, batterie di difesa aerea, oltre a un percorso irreversibile verso l'adesione di Kiev all’Alleanza Atlantica.

(Ipa/Fotogramma)
10 LUGLIO PUNTATA 1022

Da Usa e alleati nuovi Patriot ma per Zelensky non bastano - Ascolta

Gli Stati Uniti, la Germania, i Paesi Bassi, la Romania e l'Italia forniranno all'Ucraina altri cinque sistemi di difesa aerea strategica Patriot nei prossimi mesi. È l'annuncio del Presidente statunitense Joe Biden, all'apertura del vertice Nato a Washington. Più o meno in contemporanea con l’annuncio di Biden, la conferma con una nota congiunta dei Paesi che contribuiranno a rafforzare le difese anti-aeree ucraine, con l’esclusione dell’Olanda: Usa, Germania, Italia e Romania forniranno nuove difese aeree a Kiev, in particolare quattro sistemi Patriot e, dall'Italia, un altro

THeMIS, il robot Nato in mano ai russi - Ascolta
6 LUGLIO PUNTATA 1019

THeMIS, il robot Nato in mano ai russi - Ascolta

Le autorità russe gli davano la caccia da 2 anni, tanto da aver indotto la Federazione a mettere una taglia per impossessarsene. E alla fine ci sono riuscite. Ma in questa storia il ricercato non era un uomo bensì un robot. Mosca è riuscita a catturare il più avanzato automa da combattimento della Nato. Si tratta del drone cingolato THeMIS, donato dalla Nato alle forze di Kiev per irrobustire la propria difesa.

(Ipa/Fotogramma)
1 LUGLIO PUNTATA 1014

Epurazioni, complotti e l’ombra di un colpo di Stato -Ascolta

L’allontanamento del capo della Guardia nazionale, le epurazioni di alcuni militari dopo il tentato golpe sventato lo scorso mese, infine l’arresto di alcuni ‘attivisti’ che volevano assaltare la sede del Parlamento. La stretta del governo ucraino.

(Ipa/Fotogramma)
29 GIUGNO PUNTATA 1013

Il killer dei droni russi è un piccolo aereo a elica - Ascolta

Un piccolo aereo a elica sui cieli d'Ucraina si è conquistato il titolo di killer di droni rossi. Come rivelano i siti specializzati, The War Zone e The Avionist, che pubblicano foto e video, questo cacciatore di droni non è altro che uno Yak-52, velivolo per l’addestramento primario dei piloti militari che risale all’era sovietica, progettato dallo Yakovlev Design Bureau e operativo dal 1976. La conferma arriva anche da quelle che si chiamano "kill scores", e che si vedono nei video, che, per chi non lo sapesse, non sono altro che i bersagli colpiti che vengono disegnati sulla sua fusoliera come si usava fare a partire della seconda guerra mondiale.

 - (Fotogramma)
28 GIUGNO PUNTATA 1012

La guerra in orbita - Ascolta

Minare le comunicazioni nemiche privandole del supporto dei satelliti, un vantaggio strategico importante, una guerra nella guerra che interessa da vicino il conflitto in Ucraina definito da alcuni analisti militari la prima ‘Space war’ della storia.

(Fotogramma/Ipa)
26 GIUGNO PUNTATA 1010

La Russia avverte gli Stati Uniti, rischio escalation - Ascolta

Il ministro della Difesa russo Belousov ha messo in guardia gli Usa dal rischio di un'ulteriore escalation a causa della fornitura di armi americane alle forze ucraine nel corso di un colloquio telefonico con il suo omologo statunitense Austin mentre una risoluzione firmata da 26 Paesi dell’Ue condanna la Russia per aver bloccato l'accesso sul territorio russo ai siti di 81 media Ue, tra cui anche Repubblica, La Stampa, Rai e La7, in risposta ad analoghe misure adottate dalla Ue nei confronti dei russi Ria Novosti, Izvestia e Rossiyskaya Gazeta. L’Ungheria, però, ha votato contro la risoluzione. Nel frattempo il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov afferma che l'intenzione dell'amministrazione del presidente degli Stati Uniti Joe Biden di infliggere una "sconfitta strategica" alla Russia è destinata al fallimento.

(Ipa/Fotogramma)
25 GIUGNO PUNTATA 1009

Russia blocca 81 media Ue, anche siti Rai, La Stampa e Repubblica - Ascolta

Le autorità russe hanno bloccato l'accesso sul suo territorio ai siti di 81 media europei, tra cui quelli di Repubblica, La Stampa, Rai e La7, in risposta ad analoghe misure adottate dalla Ue nei confronti dei russi Ria Novosti, Izvestia e Rossiyskaya Gazeta. Lo annuncia in una nota il ministero degli Esteri di Mosca. La Corte penale internazionale ha emesso nel frattempo mandati d'arresto per l'ex ministro della Difesa russo Serghei Shoigu e per il capo di stato maggiore Valery Gerasimov. Inoltre, la Corte di Strasburgo ha condannato la Russia per la violazione dei dei diritti umani in Crimea a cominciare dal 27 febbraio del 2014.

(Ipa/fotogramma)
24 GIUGNO PUNTATA 1008

La Russia accusa gli Stati Uniti per il raid in Crimea - Ascolta

La Russia ha fatto sapere che giudica gli Stati Uniti equamente responsabili con l'Ucraina per il raid sulla Crimea compiuto ieri con missili americani Atacms che ha provocato la morte di 5 persone, 151 i feriti e minaccia ripercussioni. Il ministero degli Esteri russo ha convocato l'ambasciatrice Usa, Lynne Tracy, dopo quanto avvenuto ieri a Sebastopoli. Secondo il ministero russo della Difesa, l'Ucraina ha lanciato cinque missili Atacms, forniti dagli Usa, quattro dei quali sono stati intercettati.

 - (Ipa/Fotogramma)
22 GIUGNO PUNTATA 1007

Mosca sgancia per la prima volta la terribile bomba FAB 3000 - Ascolta

Per la prima volta le forze russe hanno sganciato in Ucraina una bomba aerea FAB-3000 del peso di oltre tre tonnellate di espolosivo contro un edificio nel centro abitato di Liptsy che era una postazione temporanea delle forze ucraine. A riferire la notizia è stata la Tass, l'agenzia di stampa ufficiale russa. Il canale telegram Fighterbomber, affiliato alle forze armate russe, ha pubblicato anche il video dell'attacco. L'autore del canale sostiene che l'obiettivo era una casa a tre piani, mancato dall'ordigno.

(Ipa/Fotogramma)
20 GIUGNO PUNTATA 1005

Putin cerca alleati, in Vietnam dopo la Corea del Nord - Ascolta

Lasciata la Corea del Nord, salutato Kim Jong Un, con il quale ha stretto un accordo di partenariato strategico globale e di assistenza militare reciproca in caso che uno dei due paesi sia attaccato, il presidente russo Vladimir Putin è arrivato nelle scorse ore in Vietnam, per la sua quinta visita nel Paese, la prima dal 2017. Intanto, gli ambasciatori Ue hanno approvato il 14esimo pacchetto di sanzioni contro la Russia che prevede anche misure a tutela delle imprese europee.

(Afp)
18 GIUGNO PUNTATA 1003

Frankenstein il tank tedesco anti-droni presto in Ucraina - Ascolta

La Germania fornirà Kiev di un nuovo carro armato dal nome evocativo, ‘Frankenstein’. Il tank, progettato per abbattere droni e missili, unisce le qualità del carro armato progettato durante la Guerra Fredda con un avanzato sistema antiaereo.

(Foto Afp)
15 GIUGNO PUNTATA 1002

Dal Vietnam all’Ucraina, in arrivo dagli Usa 200 cingolati M113 - Ascolta

Ci sono anche 200 mezzi corazzati per il trasporto truppe M113 nell’ultimo pacchetto di aiuti che il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha annunciato invierà a breve in Ucraina. I cingolati vanno ad aggiungersi ai 100 inclusi nell'ultimo pacchetto di aiuti, portando il totale a più di 600.

(IPa/Fotogramma)
11 GIUGNO PUNTATA 999

Usa revocano divieto fornitura armi alla Brigata Azov - Ascolta

Gli Stati uniti rimuovono il divieto di utilizzare armi fornite dagli Usa che interessava le discusse unità della Brigata Azov. E’ quanto anticipato dal ‘Washington Post’ citando una dichiarazione del Dipartimento di Stato americano.

 - (Fotogramma)
10 GIUGNO PUNTATA 998

Il piano per proteggere gli F-16 dagli attacchi russi - Ascolta

L’arrivo in Ucraina degli F-16 Fighting Falcon; per proteggere l’aereo da combattimento dagli attacchi russi Kiev e gli alleati occidentali stanno pianificando di posizionare le basi della flotta fornita agli ucraini fuori dai confini del Paese.

(foto Afp)
8 GIUGNO PUNTATA 996

I jet Mirage si preparano a entrare in scena in Ucraina - Ascolta

Questi leggendari aerei da combattimento hanno segnato la storia delle più grandi unità dell'Aeronautica Militare francese e sono stati adottati in varie parti del mondo. Parliamo dei jet Mirage che, come annunciato dal presidente francese Emmanuel Macron nella giornata del D-Day, a ottant’anni dallo sbarco in Normandia, presto arriveranno in Ucraina per aiutare il paese a difendersi dall'aggressione russa.

(Ipa/Fotogramma)
6 GIUGNO PUNTATA 994

Droni incendiano altra raffineria in Russia - Ascolta

Droni ucraini hanno attaccato gli impianti dei complessi di combustibili ed energia in due regioni della Russia. Nella regione di Rostov, un drone ha colpito una raffineria di petrolio provocando un incendio. Nella regione di Belgorod, un drone kamikaze ucraino ha attaccato un deposito petrolifero a Stary Oskol mentre Mosca ha lanciato diversi attacchi contro le regioni di Kherson e Donetsk. Nel frattempo, il presidente russo Vladimir Putin riferisce che è da "pazzi" pensare che Mosca voglia attaccare la Nato osservando però che le ultime iniziative dell'Occidente, compresa la decisione di permettere a Kiev di colpire dentro i confini della Russia, stanno portando su una strada di problemi molto seri e Mosca potrebbe 'fornire missili che colpiscano Paesi Nato in risposta ad attacchi con armi occidentali contro la Russia'.

 - (Fotogramma)
5 GIUGNO PUNTATA 993

I ‘cecchini volanti’ e lo scomodo paragone col mito sovietico Zaitsev - Ascolta

La centralità dei droni è una delle caratteristiche principali del conflitto in Ucraina, il loro sviluppo tecnologico, e utilizzo, ne fanno una valida alternativa all’uso dell’artiglieria. Segno dei tempi, fama e leggende relative agli operatori di droni sembrano destinati a sostituire quella dei cecchini.

(Ipa/Fotogramma)
3 GIUGNO PUNTATA 991

A maggio 335 km quadrati conquistati dai russi - Ascolta

L’apertura del fronte nord, quello di Kharkiv, e le difficoltà sul campo degli ucraini in attesa dell’arrivo degli aiuti militari occidentali, hanno portato nel mese di maggio ad una avanzata delle truppe di Mosca che a maggio hanno conquistato 335 km quadrati.

(Afp)
2 GIUGNO PUNTATA 990

Da Gaza all’Ucraina, Gbu-39 la bomba delle due guerre - Ascolta

Dalla Striscia di Gaza all’Ucraina. E’ stata soprannominata la ‘bomba delle due guerre’, si tratta del GBU-39 un ordigno di piccolo diametro identificato su entrambi gli scenari di guerra; l'aeronautica israeliana lo avrebbe utilizzato nei giorni scorsi nel raid al campo profughi di Rafah.

(Afp)
1 GIUGNO PUNTATA 989

Magura V5, il drone navale ucraino diventato l’incubo di Mosca - Ascolta

Prima dell'invasione russa Kiev non schierava molte unità navali da guerra, affidandosi invece a pattugliatori di piccole dimensioni e a una serie di altre unità come motomissilistiche e motocannoniere. La produzione nazionale si starebbe ora concentrando sulla fabbricazione di droni marini: imbarcazioni indipendenti senza pilota che possono navigare sull'acqua autonomamente, e che possono essere dotate di missili. Stessi droni che hanno recentemente affondato il pattugliatore russo Sergey Kotov. Gli stessi, lanciati nella notte tra il 29 e il 30 maggio a seguito di un'operazione speciale dell'intelligence della difesa dell'Ucraina contro due motovedette russe, del tipo KS-701 Tuna, colpite nella Crimea occupata.

 - Fotogramma
30 MAGGIO PUNTATA 988

Gli Usa provano ad alzare il livello di sostegno a Kiev - Ascolta

Rimane critica la situazione sul campo di battaglia mentre i leader occidentali provano ad alzare il livello di sostegno a Kiev, anche se nell'Ue e nella Nato le posizioni tra Paesi rimangono distanti. Il presidente americano Joe Biden starebbe valutando la revoca dei limiti imposti a Kiev sull'uso del materiale bellico inviato. Non solo: la Casa Bianca vorrebbe punire la Cina per aver fornito tecnologia a Mosca. Gli Stati Uniti inoltre temono che i recenti attacchi di droni ucraini che hanno preso di mira i sistemi di allerta nucleare russi possano innervosire pericolosamente Mosca.

(Afp)
29 MAGGIO PUNTATA 987

Putin, ‘Con truppe occidentali a Kiev guerra globale più vicina’ - Ascolta

Venti di guerra sempre più forti. La discussione sull’uso da parte di Kiev delle armi occidentali in territorio russo e l’ipotesi invio di militari Nato in Ucraina hanno provocato la reazione di Mosca: varcare l’ennesima linea rossa porterà a conseguenze sottolineato il presidente russo, Vladimir Putin che parla di “rischio di un conflitto globale”.

(Ipa/Fotogramma)
23 MAGGIO PUNTATA 983

Kharkiv ancora sotto massicci bombardamenti - Ascolta

Mentre le forze russe hanno conquistato un altro villaggio nella regione ucraina di Donetsk, quello di Andreevka, la città di Kharkiv è finita nuovamente sotto un massiccio bombardamento. Almeno una decina le esplosioni registrate. L'ultimo bilancio è di almeno 6 morti e sette feriti. Le deflagrazioni hanno danneggiato le infrastrutture dei trasporti e un'azienda di servizi pubblici.

(Fotogramma/Ipa)
22 MAGGIO PUNTATA 982

Duello aereo, Su-57 e F-16 a confronto - Ascolta

Rappresenta per Kiev la principale speranza per mutare le sorti della guerra, è ormai questione di settimane l’arrivo in Ucraina dei primi F-16 Fighting Falcon. Dopo mesi di addestramento, i piloti ucraini sono pronti a confrontarsi ad armi pari con il fiore all’occhiello dell’aeronautica russa, il Sukhoi-57.

 - (Fotogramma)
18 MAGGIO PUNTATA 980

Fronte nord, russi preparano seconda fase offensiva - Ascolta

La conquista di Vovchansk potrebbe chiudere la prima fase dell'offensiva russa sul fronte nord, concentrata sul Kharkiv: l'intensificarsi degli attacchi sulla vicina regione di Sumy potrebbe essere il preludio all'apertura di un nuovo fronte.

(Afp)
14 MAGGIO PUNTATA 976

La tenaglia russa su Kharkiv, si combatte a Vovchansk - Ascolta

Una operazione a tenaglia che punta verso sud in direzione di Kharkiv. Prosegue l’avanzata russa sul nuovo fronte, aperto 5 giorni fa, nell’Ucraina nordorientale. Le truppe di Mosca premono da nordest, in direzione di Liptsi e, più ad ovest, verso Vovchansk.

(Fotogramma/Ipa)
10 MAGGIO PUNTATA 975

Fronte nord, russi avanzano in direzione di Kharkiv - Ascolta

L'apertura di un nuovo fronte, a nord, da parte dei russi, sta creando diversi problemi agli ucraini nella regione di Kharkiv dove, in poche ore, le truppe di Mosca hanno conquistato 9 villaggi puntando verso Lyptsi e Vovchansk distanti rispettivamente 20 e 25 km dal capoluogo di regione.

(Ipa/Fotogramma)
9 MAGGIO PUNTATA 973

Torna la minaccia nucleare di Putin - Ascolta

Nel giorno della parata della Vittoria a Mosca, tradizionale celebrazione che si tiene in tutta la Federazione, del 79° anniversario della sconfitta del nazismo nella 'Grande Guerra Patriottica', il presidente russo Vladir Putin, nel suo discorso trasmesso sui canali ucraini dagli hacker russi ha risollevato la questione dell’arsenale nucleare.

(Ipa/Fotogramma)
2 MAGGIO PUNTATA 968

Macron, "se la Russia sfonda possibile l’invio di nostre truppe" - Ascolta

Le forze russe sono riuscite a sfondare le linee ucraine vicino Avdiivka, nel Donetsk, e si sono stabilizzate sul territorio. Kiev nel frattempo ha mobilitato le riserve per cercare di stabilizzare la situazione mentre i combattimenti diventano sempre più pesanti. La città di Chasiv Yar, in Ucraina orientale, bombardata per mesi dalle forze russe, oggi appare completamente carbonizzata, come mostra un filmato ripreso da un drone e pubblicato dai media. Odessa è stata nuovamente oggetto di un nuovo attacco missilistico russo.

Kiev, 'situazione al fronte peggiorata' - Ascolta
29 APRILE PUNTATA 966

Kiev, 'situazione al fronte peggiorata' - Ascolta

In attesa dell'arrivo degli aiuti militari Usa prosegue l'offensiva russa nel Donbass, ad ammettere difficoltà sul campo il capo delle Forze armate ucraine, Syrskyi: "La situazione al fronte è peggiorata".

(Ipa/Fotogramma)
26 APRILE PUNTATA 965

Stoltenberg, “L’Ucraina può ancora vincere” - Ascolta

I combattimenti in Ucraina vanno avanti. Le forze armate russe hanno colpito, alla stazione ferroviaria di Balakleya, nella regione di Kharkiv, un treno che trasportava militari ucraini diretti al fronte. Non si sa quanti morti e feriti ci siano, riferisce un funzionario della stazione. Nel frattempo, mentre l'aviazione russa ha condotto un raid sulla regione di Donetsk, uccidendo 5 persone, le autorità dell'autoproclamata Repubblica di Donetsk hanno reso noto oggi che le forze di Kiev si sono ritirate da un'area fortificata chiave dell'insediamento di Krasnogorovka, nell'Ucraina orientale. Dopo l'arrivo in segreto a Kiev dei missili Usa Atacms, il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg fa il punto della situazione.

(Ipa/Fotogramma)
24 APRILE PUNTATA 964

Cortina di fumo, così i russi nascondono ai droni le operazioni di terra - Ascolta

L’onnipresenza dei droni che pattugliano i cieli ucraini, pronti ad attaccare in ogni momento non appena registrano un movimento di truppe o mezzi; per evitare l’occhio indiscreto dei velivoli senza pilota nemici i russi hanno rispolverato una vecchia tattica militare, una cortina di fumo in grado di azzerare la visuale a terra.

(Ipa/Fotogamma)
23 APRILE PUNTATA 963

Chasiv Yar, 25mila russi pronti all'assalto - Ascolta

E' un obiettivo strategico per Mosca che vuole conquistarla entro il 9 maggio, anniversario della vittoria sovietica nella II guerra mondiale. A premere sulla città di Chasiv Yar, nel Donetsk, 25mila soldati russi.



SEGUICI SUI SOCIAL



threads whatsapp linkedin twitter youtube facebook instagram
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza