Home . Fatti . Cronaca . Stop demolizioni case abusive, sindaco indagato

Stop demolizioni case abusive, sindaco indagato

CRONACA
Stop demolizioni case abusive, sindaco indagato

(Fotogramma)

Il suo primo atto da sindaco di Palma di Montechiaro (Agrigento), lo scorso giugno, era stato quello di sospendere le demolizioni delle case abusive, nonostante le sentenze definitive del Tribunale. Oggi il sindaco di Palma di Montechiaro, Stefano Castellino, come apprende l'Adnkronos, ha ricevuto un avviso a comparire, firmato dalla Procura di Agrigento. L'accusa è di abuso d'ufficio, falso ideologico e omissioni d'atto d'ufficio.

Il primo cittadino indagato, a giugno, subito dopo le elezioni, aveva dato mandato all'ufficio tecnico comunale di redigere un regolamento per l'utilizzo degli immobili abusivi già acquisiti al patrimonio del Comune. L'interrogatorio si terrà il prossimo 18 ottobre.

Sono mille gli edifici che, nel corso del tempo, sono stati acquisiti a Palma di Montechiaro, visto che gli ormai ex proprietari non hanno ottemperato all'ordinanza di demolizione. Oggi l'avviso a comparire del sindaco Castellino, che si dovrà presentare davanti alla Procura di Agrigento accompagnato dal suo legale. Sempre oggi i carabinieri hanno anche sequestrato documentazione dagli uffici del Comune.

"Io sono parente di una vittima della mafia, e per me quell'avviso di garanzia è una sconfitta morale, ma voglio sottolineare che io non accetto lezioni di moralità da nessuno, neppure dalla Procura - ha detto il sindaco Castellino all'Adnkronos - Anzi, sono contento che il Procuratore Patronaggio abbia fatto sequestrare gli atti, così potrà leggere quanto fatto da me in questi mesi".

"In una terra in cui la mafia prolifera, in cui le macchine prendono fuoco di notte - ha affermato il sindaco - le demolizioni sono sì una priorità ma sarebbe opportuno dare prima sicurezza a una comunità che oggi vive una situazione di abbandono dallo Stato. Uno Stato che conosciamo solo per eventi vessativi".

"Io confermo tutti gli atti da me compiuti - ha aggiunto Castellino - Il Procuratore potrà toccare con mano cosa ho scritto, non voglio creare disparità tra i miei cittadini".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI