Home . Fatti . Esteri . Trump: "Sparare alle navi iraniane se compiono azioni 'improprie'"

Trump: "Sparare alle navi iraniane se compiono azioni 'improprie'"

ESTERI
Trump: Sparare alle navi iraniane se compiono azioni 'improprie'

(Afp)

Ancora un discorso dai toni forti per Donald Trump, che in un intervento ieri sera a Pensacola, in Florida, non ha resistito alla tentazione di liberarsi dal testo scritto per spaziare liberamente tra temi di politica internazionale e interna. Il tycoon è partito suggerendo di sparare alle navi iraniane responsabili di azioni "improprie" per poi accusare Hillary di godere di protezioni tali da essere immune da ogni responsabilità giudiziaria qualunque cosa faccia. Infine ha lanciato un monito ai presenti: il giorno del voto gli elettori dovranno essere molto, molto attenti, ha detto.

Da quando ha cambiato i vertici del team elettorale che lo assiste, Trump aveva in un qualche modo cercato di abbassare i toni - ricorda il Washington Post - limitandosi perlopiù a seguire i testi dei discorsi preparati in anticipo per i suoi comizi. Una disciplina risultata evidentemente eccessiva, commenta il giornale americano riferendo dell'intervento a Pensacola.

"E, a proposito di Iran, quando girano intorno ai nostri bei cacciatorpedinieri con le loro piccole imbarcazioni - ha affermato il candidato Repubblicano alla Casa Bianca - e fanno ciò che non dovrebbero essere autorizzati a fare, bè, verranno buttati fuori dall'acqua a colpi di arma da fuoco".

Quindi nel mirino del tycoon è finita Hillary e la vicenda delle email private: "E' così protetta che potrebbe venire qui in questo teatro e sparare a qualcuno con le 20mila persone che la guardano, ma proprio dritto nel cuore, e non verrebbe perseguita - ha detto - Ecco cosa è successo. Ecco cos'è successo al nostro paese. Non avrei mai pensato che avrei visto il giorno in cui questo sarebbe accaduto al nostro paese", ha aggiunto.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI