Home . Fatti . Politica . Rai, Maggioni: "Non so se azienda avrebbe retto senza Fazio"

Rai, Maggioni: "Non so se azienda avrebbe retto senza Fazio"

POLITICA
Rai, Maggioni: Non so se azienda avrebbe retto senza Fazio

Fabio Fazio (Foto Fotogramma)

"Su Fazio questo Cda non avrebbe potuto caricarsi dell'onere" di fare scelte che lo portassero "ad andare alla concorrenza". La presidente Rai Monica Maggioni, intervenendo davanti alla Commissione parlamentare di Vigilanza Rai, ha spiegato così la scelta di approvare il contratto di Fabio Fazio che ha suscitato polemiche in questi giorni.

"Io - ha precisato a proposito del concreto rischio che il conduttore genovese potesse firmare un accordo con altri, qualora non fosse andato a buon fine il contratto con la Rai - non ho visto il contratto che la concorrenza gli aveva offerto. In fondo chi è che ti fa vedere una cosa del genere? Non ho dubbi, comunque - ha tenuto a sottolineare - sul fatto che quel contratto esistesse e che fosse già nel punto di caduta".

In ogni caso "io non posso fare a meno di pensare che c'è un'azienda e che ci sono 13mila dipendenti - scandisce la presidente - e che uno scossone in termini di ascolto molto significativo (generato dal caso in cui la Rai avesse perso Fazio, ndr) a un'azienda di questo tipo, all'interno di quel sistema e di quei bilanci si poteva tradurre in problemi seri e sistemici per l'Azienda. E questo noi non ce la siamo sentita di affrontarlo. E' la scelta migliore? Non credo ma vi garantisco che non è la cosa migliore nemmeno lavorare costantemente come piccioni con un mirino disegnato sulla schiena. Non è esattamente la condizione migliore. E' il ruolo che ci è dato. Lo facciamo e cerchiamo di farlo al meglio. Qualche volta lo faremo bene fino in fondo e qualche altra volta no. E di questo avranno modo di lamentarsi i cittadini".

Maggioni comunque resta convinta che "fare in modo che la Rai resti centrale non solo è una garanzia per chi ci lavora, ma anche per chi paga il canone in funzione di una programmazione degna del progetto Rai".

In serata, in una nota, l'azienda precisa che "la Presidente non ha mai inteso prendere le distanze dalla scelta di sostenere la firma del contratto a Fabio Fazio e tantomeno dal conduttore stesso di cui ha ricordato il valore e la centralità nel sistema Rai. La frase riportata dalle agenzie 'è la scelta migliore? Non credo' si riferiva alla complessità del percorso negoziale che Rai ha dovuto affrontare come conseguenza dell'incertezza legata all'applicazione della legge sui tetti ai compensi degli artisti".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI