Home . Fatti . Politica . Berlusconi firma patto San Valentino

Berlusconi firma patto San Valentino

POLITICA
Berlusconi firma patto San Valentino

(Fotogramma)

"Io Silvio Berlusconi mi impegno..." . Silvio Berlusconi, dopo 17 anni dal ‘contratto con gli italiani’, torna a sedersi alla scrivania dove firmò il suo impegno. Il siparietto va in onda ancora una volta su ‘Porta a Porta’, alla presenza del padrone di casa, Bruno Vespa. "Dove hai ritrovato il cimelio?", chiede Giorgio Mule’, ex direttore ‘Panorama’, ora candidato di Fi alle politiche. ‘’Era nelle attrezzerie della Rai...".

Il Cav si siede e legge un testo che inizia così: "Io Silvio Berlusconi mi impegno con gli italiani" a portare il tasso di disoccupazione al di sotto della media europea entro la fine della legislatura". ‘’Vespa ha il diritto di sputtanarmi se non ci riesco..". ‘’E’ il patto di San Valentino’’, gli fanno notare in studio. E l’ex premier annuisce.

"Sono emozionato, mi siedo ancora con una certa emozione a questa scrivania...", dice Berlusconi rispolverando il 'contratto con gli italiani' firmato l'8 maggio del 2001, 5 giorni prima delle politiche. Il Cav rivela di essersi rivisto in tv in quell'occasione e ci scherza su: "Ho solo una cosa in più rispetto ad allora. Ho visto le inquadrature di 17 anni fa. Avevo meno capelli di adesso... Caro dottor Vespa, le daro' il nome del mio tricologo...".

Il leader azzurro ne approfitta, complice Vespa, per firmare un nuovo contratto con gli italiani, promettendo stavolta che entro la legislatura porterà il tasso di disoccupazione in Italia al di sotto della media europea: "Sento il dovere di mettermi al servizio del mio Paese, per cui, dopo la vittoria" il 4 marzo, ''io al fianco del presidente del Consiglio creerò dei posti di lavoro e mi impegno a portare il tasso di disoccupazione sotto la media Ue".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI