Home . Intrattenimento . Spettacolo . Il talento di Alvise Casellati per 'Aladino e la sua lampada' al Petruzzelli

Il talento di Alvise Casellati per 'Aladino e la sua lampada' al Petruzzelli

SPETTACOLO
Il talento di Alvise Casellati per 'Aladino e la sua lampada' al Petruzzelli

Alvise Casellati

Preparare il futuro pubblico dell'opera lirica, suscitare nelle nuove generazioni l'amore verso questa forma d'arte. E' questo lo spirito delle attività dedicate ai giovani della Fondazione Petruzzelli di Bari, che in quest'ambito ha presentato oggi la nuova produzione 'Aladino e la sua lampada', commissionata al maestro Nicola Scardicchio che ne ha composto musiche e versi. Lo spettacolo andrà in scena con due turni al mattino per le scuole (alle 10.00 ed alle 11.30) e una recita aperta a tutti con biglietto a 5 euro sabato 1 aprile alle 17. La regia è di Marinella Anaclerio che ne ha curato dialoghi e drammaturgia. A firmare le scene Francesco Arrivo, il disegno luci Peppino Ruggiero.

Sul podio dell'Orchestra del Petruzzelli il maestro Alvise Casellati, considerato uno dei talenti emergenti degli ultimi anni, nonché direttore residente del Teatro Carlo Felice di Genova dove, nel dicembre scorso ha diretto 'la Traviata' di Verdi, uno spettacolo che ha sempre registrato il 'sold out' con un totale di 14mila spettatori. Casellati inoltre è ospite abituale dei principali teatri e festival italiani. "L''Aladino' è una straordinaria esperienza. Una produzione unica - dichiara il maestro - in un panorama che non annovera molti titoli per ragazzi. Ma sono convinto che lo spettacolo conquisterà anche i grandi, con le sue atmosfere magiche e orientali".

A dar vita allo spettacolo saranno Andrea Inglese (Aladino), Alberto Comes (Mago/Sultano), Patrizia Labianca (Madre di Aladino), Tony Marzolla (Gran Visir/Genio della Lampada), Antonella Carone (Principessa Budur), Carlo Callea (Mohammed), Maria Giaquinto (Fruttivendola/Sultana), Loris Leoci (Banditore), Marco Altini (Genio dell’Anello/Guardia), Dino Parrotta (Messo/Guardia).

Aladino e la sua lampada è la terza produzione commissionata dalla Fondazione Petruzzelli e realizzata pensando alla formazione del pubblico di domani, dopo 'Il giovane Artù' presentato nel 2014 con musiche di Nicola Scardicchio, libretto di Teresa Petruzzelli e regia di Marinella Anaclerio e 'Cenerentola', andata in scena nel 2016 con musiche di Cristian Carrara e libretto e regia di Maria Grazia Pani.

"Raccontare la storia di Aladino è raccontare un percorso di iniziazione e crescita - spiega la regista Anaclerio - analizzare nel profondo il rapporto tra Maestro e discepolo, insomma è raccontare una favola ricca di significati esoterici. Aladino è un ragazzino sconosciuto, di famiglia poverissima, svogliato e fantasioso che, affrontando con coraggio e determinazione una serie di prove in cui rischia anche la vita, riuscirà a diventare un principe amato da tutti".

'Aladino e la sua lampada' è "una favola che i suoi significati se li porta appresso da sempre e - sottolinea Scardicchio - grazie al Cielo, non tocca al povero compositore inventare una musica che tutto ciò rappresenti, ma una musica che lasci passare i significati del racconto senza impedirne la trasparenza e, perché no?, il divertimento che situazioni e personaggi possano ingenerare nello spettatore. Spero che anche questa volta soprattutto i miei giovanissimi amici ma anche i meno giovani, con piacere e nel divertimento trovino facilmente la loro strada per la conquista della propria Lampada", conclude il compositore.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI