Home . Soldi . Economia . Statali, licenziati se bocciati per 3 anni di fila

Statali, licenziati se bocciati per 3 anni di fila

ECONOMIA
Statali, licenziati se bocciati per 3 anni di fila

(Fotogramma)

Lo statale che incassa "valutazioni negative" per tre anni consecutivi verrà licenziato. Questo è quanto prevede il codice dei licenziamenti, una delle novità contenute nel testo unico del pubblico impiego approvato dal Consiglio dei ministri.

In cosa consiste? Il codice dei licenziamenti prevede che serviranno tre anni di "scarso rendimento" e di violazione "grave e reiterata" del codice di comportamento per essere 'mandati a casa'. La novità è dunque che per arrivare al licenziamento, lo statale dovrà 'collezionare' "costanti valutazioni negative" per tre anni consecutivi.

Quindi non saranno più solo i furbetti del cartellino a doversi allarmare, ma anche tutti quegli statali che incasseranno tre anni di 'bocciature'. "Le misure contro i furbetti del cartellino stanno dando prova di essere efficaci", ha detto il ministro Madia. "Non si tratta di "norme sbandierate" - ha aggiunto - ma c'è la "prova della loro efficacia".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI