Home . Sostenibilita . CSR . L’Oréal supera con 4 anni di anticipo target -60% emissioni

L’Oréal supera con 4 anni di anticipo target -60% emissioni

Pubblicato il Progress Report 2016, Sharing Beauty With All

CSR

Riducendo le emissioni dei propri stabilimenti e centri di distribuzione del 67%, in termini assoluti, rispetto ai dati iniziali del 2005, L’Oréal ha superato con un anticipo di quattro anni il suo obiettivo di una riduzione del 60% delle emissioni di CO2, pur aumentando la produzione del 29% durante lo stesso periodo. Sono alcuni dei risultati pubblicati oggi da L’Oréal nel Progress Report 2016, Sharing Beauty With All.

"Il cambiamento climatico è una realtà e si ripercuote sulla parte più vulnerabile della nostra filiera, per esempio i coltivatori e i produttori di certi ingredienti naturali, quali il burro di karité del Burkina Faso o l’olio di argan del Sud del Marocco", afferma Alexandra Palt, Chief Sustainability Officer. "Agire è urgente. A metà del percorso verso i nostri obiettivi per il 2020, raddoppieremo gli sforzi per ridurre il nostro impatto ambientale e raggiungere i nostri obiettivi, specialmente per quanto riguarda produzione e innovazione sostenibili", dichiara.

In tema di produzione sostenibile, il Gruppo - si legge in una nota - conta 15 siti industriali che alla fine del 2016 hanno raggiunto la neutralità del carbonio. Questa performance è riconosciuta da Cdp, un’organizzazione internazionale indipendente, che valuta il comportamento ambientale delle aziende. Nel 2016, tra le quasi 3.000 aziende sottoposte a valutazione, L’Oréal è stata una delle due aziende al mondo a ricevere la 'A', che rappresenta il livello massimo nei tre profili principali: protezione del clima, gestione sostenibile delle risorse idriche e lotta alla deforestazione.

In termini di innovazione sostenibile, entro il 2020 L’Oréal si impegna a migliorare il profilo ambientale o sociale del 100% dei propri prodotti nuovi o rinnovati. Questo impegno riguarda tutti i marchi L’Oréal e l’82% dei prodotti lanciati nel 2016 (il 74% nel 2015) già mostrano tale miglioramento. Alcuni dei nuovi prodotti lanciati nel 2016 dimostrano livelli di biodegradabilità che superano il 98%, come per esempio gli shampoo e i balsami della nuova linea Biolage R.A.W., o la gamma di shampoo Ultra Dolce 5 Piante di Garnier.

Il programma Sharing Beauty With All è stato lanciato nel 2013. Completamente integrato nella filiera del Gruppo, sintetizza gli impegni assunti da L’Oréal per il 2020 riguardo allo sviluppo sostenibile e ne illustra tutte le ricadute: dalla ideazione dei prodotti alla loro distribuzione, passando per il processo di produzione e l’approvvigionamento degli ingredienti.

Questo programma si basa su 4 azioni fondamentali: innovare in modo sostenibile, per ridurre l’impatto ambientale dei prodotti e delle formule; produrre in modo sostenibile, per ridurre l’impatto ambientale degli stabilimenti industriali e dei centri di distribuzione; vivere in modo sostenibile, dando ai consumatori la possibilità di fare scelte di consumo sostenibile; condividere la crescita con tutti i portatori di interessi del Gruppo (comunità, fornitori e dipendenti).

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI