Home . Sostenibilita . In Pubblico . Pecoraro Scanio: "Bene i 5 mln per riforestazione, ma ne servono 50 per la prevenzione"

Pecoraro Scanio: "Bene i 5 mln per riforestazione, ma ne servono 50 per la prevenzione"

Accorpamento Forestale a Carabinieri, 'un errore assurdo'

IN PUBBLICO
Pecoraro Scanio: Bene i 5 mln per riforestazione, ma ne servono 50 per la prevenzione

"Credo sia un dovere non solo riforestare ma potenziare la vigilanza e il sostegno a tutti i parchi nazionali. L'incendio nel parco del Vesuvio, come incendio di una superficie interamente boscata, è tra i più grandi, se non il più grande, nella storia d’Italia. Ben vengano, quindi, i 5 milioni (annunciati oggi dal ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti per il Programma di riforestazione delle aree protette colpite dagli incendi , ndr), ma non basteranno: io chiedo che ci siano 50 milioni appena possibile, magari nella Legge di Stabilità, per la prevenzione perché bisogna innanzi tutto che i boschi non vadano a fuoco". Così all'Adnkronos Alfonso Pecoraro Scanio, presidente della fondazione UniVerde.

L’accorpamento del Corpo Forestale ai Carabinieri "è stato un errore assurdo di un governo che non sa cosa significa sviluppare le forze di polizia - aggiunge Pecoraro Scanio - Andava invece fatto l’accorpamento delle polizie provinciali per creare un grande corpo forestale e di polizia ambientale. L'assurdità della Riforma Madia è stata quella di togliere la parte antincendio che i forestali coordinavano bene, metterla in capo ai Vigili del Fuoco, ma senza dare ai Vigili del Fuoco competenze adeguate né mezzi, perché gli elicotteri che i Forestali usavano per l’antincendio sono invece andati ai Carabinieri e le competenze ai Vigili del Fuoco. Un’inefficienza - conclude - che ha creato ritardi e problemi nel coordinare le azioni antincendio".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI