Cerca

Toscana, Salvini: "Quando il popolo si alza la vittoria è inevitabile"

POLITICA
Toscana, Salvini: Quando il popolo si alza la vittoria è inevitabile

(Fotogramma/Ipa)

"Questa stasera è una piazza 'per', non una piazza 'contro'. Firenze è la capitale europea della libertà. Questo di domenica e lunedì qui non è un voto ideologico, partitico, ma concreto". Così il leader della Lega, Matteo Salvini, durante il comizio a Firenze a conclusione della campagna del centrodestra per le elezioni regionali.


"Qualcun altro va a cercare nemici che non ci sono, non noi: sono i Renzi, i Rossi, i Giani, gli Zingaretti. Per quanto mi riguarda, io ho già dato il mio perdono a quella donna che a Pontassieve mi ha strappato il rosario e non vedo l'ora di incontrarla per spiegarle le mie idee per la Toscana" ha detto il leader della Lega.

Poi a Cascina (Pisa), città di Susanna Ceccardi (candidata di centrodestra) nella sua ultima tappa della campagna elettorale, Salvini ha scandito: "Siate portatori di energia ed entusiasmo, per il cambiamento. Oggi c'è una sinistra divisa, minacciata e c'è la Lega che sta al fianco degli operai, disoccupati, mamme e papà. E' cambiato il mondo. Walt Disney diceva 'se puoi sognarlo puoi farlo', ci manca poco così. Siete un popolo in cammino e quando il popolo si alza la vittoria è inevitabile..".

E "l'applauso più forte stasera va solo e soltanto a Susanna Ceccardi". "Da qui comincia un'avventura incredibile, con Susanna che da sindaco di Cascina da lunedì sarà governatore della Toscana. Nessuno immaginava che avremmo raggiunto traguardi così incredibili. E volevo dirvi dal profondo del cuore grazie" le parole di Salvini.

"Qui si può vincere o perdere di un voto per la prima volta dopo 50 anni... e dobbiamo arrivare a lunedì senza rimorsi. Quelli che non votano hanno perso, viviamo la sfida da protagonisti" ha esortato.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.