cerca CERCA
Lunedì 29 Novembre 2021
Aggiornato: 10:31
Temi caldi

Mondo Rai/Appuntamenti e novità

23 novembre 2020 | 21.30
LETTURA: 7 minuti

alternate text
(Fotogramma)

Torna in prima serata su Rai1 il commissario siciliano interpretato da Luca Zingaretti, stavolta al centro di un intrigo legato a doppio filo con la passione e i sentimenti. Domani, martedì 24 novembre, alle 21.25, nell'episodio dal titolo "Amore", tratto dalle raccolte “Un mese con Montalbano” e “Gli arancini di Montalbano”, Michela Prestia è una bellissima ragazza con un passato drammatico. Respinta ingiustamente dalla famiglia ha incontrato solo uomini che l’hanno umiliata e sfruttata, portandola a diventare una prostituta. Col tempo però è riuscita a rifarsi una vita e ha trovato l’amore di un uomo che la ama in modo totale e incondizionato. Ma proprio ora, Michela misteriosamente scompare. I più pensano semplicemente che sia scappata con un altro. Montalbano, pur non essendo a proprio agio con le faccende d’amore, capisce presto che a Michela deve essere successo qualcosa di grave. L’aiuto per risolvere questo mistero, frutto di un amore folle, impossibile e tragico, arriva attraverso l’incontro con due anziani attori di teatro...

Fin dall’inizio della stagione ha conquistato i giovanissimi della Generazione Z e la fascia teens, confermandosi come un grande successo. Il Collegio, il docu-reality di Rai2, torna così domani, martedì 24 novembre, alle 21.20, per il quinto appuntamento che si preannuncia molto movimentato e ricco di sorprese. Per cominciare, il Preside avrà un confronto con Giulia Scarano e si prenderà del tempo per decidere del suo futuro. Riuscirà la giovane pugliese a conquistare la fiducia del superiore e l’ambita giacca rossa? Nel frattempo il professor Raina partirà per una docenza all’estero e sarà sostituito dalla Professoressa Barbiero. Ma la vera notizia è che i collegiali potranno partire per la tanto attesa gita e avranno la possibilità di dormire una notte sotto le stelle. Il pensiero della gita imminente ha reso impossibili le lezioni: i ragazzi sono stati particolarmente indisciplinati e 4 di loro non partiranno. Avvolti dalla bellezza della natura, gli studenti riscopriranno il lavoro in campagna mentre la sera, intorno al falò, comprenderanno il valore dell’amicizia.

Nelle elezioni locali in Bosnia ed Erzegovina, nonostante la bassa affluenza alle urne, i partiti dell'opposizione hanno fatto incursioni in alcune delle città e dei comuni chiave del paese. Martedì 24 novembre alle 11.00a Radio3 Mondo Luigi Spinola ne parla con Marija Runic, professore all'università di Filologia di Banja Luka, attivista, che ha seguito dettagliatamente le ultime elezioni, conosce benissimo la situazione e ha seguito anche le proteste "Pravda za Davida". I tre partiti etnici al potere - il Partito di Azione Democratica Bosniaco, SDA, l'Alleanza Serbo-Bosniaca dei Socialdemocratici Indipendenti, SNSD, e l'Unione Democratica Croata, HDZ - continueranno a controllare il maggior numero di comuni in tutto il paese. Eppure nessuno dei tre partiti festeggia, avendo perso posizioni di sindaco in alcune delle città chiave alle elezioni municipali. La perdita del sindaco da parte della coalizione al potere nella più grande città della Republika Srpska, Banja Luca, dominata dai serbi, ha scatenato una reazione di rabbia da parte del politico più potente dell'entità: Milorad Dodik, il leader dell SNSD, ha accusato gli alleati della coalizione al governo per la sconfitta del suo candidato a sindaco di Banja Luka, Igor Radojicic. Radio3 Mondo a cura di Anna Maria Giordano, va in onda ogni giorno anche alle 6.50 con la Rassegna della Stampa Estera che può essere scaricata in podcast su http://www.raiplayradio.it/programmi/radio3mondo/

Berlusconi ospite di 'Porta a porta' su Rai1, mentre su Rai4 il film sullo scandalo sportivo che scosse il pattinaggio su ghiaccio

Il presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi è l’ospite di “Porta a porta”, intervistato da Bruno Vespa, nella puntata in onda domani, martedì 24 novembre, alle 23.35, su Rai1.

In prima serata su Rai Movie (canale 24 del digitale terrestre), alle 21.10, domani, martedì 24 novembre, andrà in onda “The Post”, il film di Steven Spielberg con Meryl Streep e Tom Hanks. Katharine Graham è l’erede del The Washington Post. Il rapporto con il suo direttore Ben Bradlee è piuttosto contrastato ma nonostante ciò troveranno un’intesa per avviare l’indagine che provocherà la prima grande scossa nella storia dell'informazione americana: lo scandalo dei Pentagon Papers. I due metteranno a rischio la carriera e la loro stessa libertà. Insieme sveleranno al mondo intero la massiccia copertura di segreti governativi riguardanti la Guerra in Vietnam. L’inno di Steven Spielberg alla libertà di stampa e le straordinarie interpretazioni di Meryl Streep e Tom Hanks mostrano al grande pubblico il duro lavoro strategico, politico e umano che si cela dietro a una grande testata.

Domani, martedì 24 novembre, alle 21.10, Rai4 (canale 21 del digitale terrestre) punta su una storia vera, quella di Tonya Harding, quattro volte medaglia d’oro di pattinaggio sul ghiaccio e protagonista di uno dei più eclatanti scandali sportivi della storia degli Stati Uniti. L’ex pattinatrice è al centro del film “Tonya”, un atipico crime dai risvolti drammaticamente ironici vincitore di un Oscar nel 2018 per l’interpretazione, come attrice non protagonista, di Allison Janney. Presentato alla Festa del Cinema di Roma e al Toronto International Film Festival, Tonya si avvale di un cast sorprendente e perfetto, composto da Margot Robbie, nel ruolo della pattinatrice protagonista, Sebastian Stan e Bobby Cannavale, oltre che la già citata Janney. Una vicenda grottesca e appassionate che racconta la fame di celebrità di una ragazza “semplice” dell’Oregon coinvolta in un turbine di ricatti e violenza che la portarono alla squalifica sportiva.

Su Rai5 'Coriolanus', su Rai2 i segreti della voce in 'Voice Anatomy' con Pino Insegno

Ralph Fiennes debutta alla regia portando sul grande schermo una tragedia di Shakespeare, già interpretata a teatro, con il film “Coriolanus”, in onda domani, martedì 24 novembre, alle 21.15 su Rai5. Il film, in onda senza interruzioni pubblicitarie e disponibile anche in lingua originale, è stato presentato in concorso al 61° Festival di Berlino (2011). Roma, IV secolo a.C. I cittadini sono in rivolta: i ricchi si accaparrano il grano, i poveri soffrono la fame e la ribellione è nell'aria. Uno dei motivi principali del malcontento generale è Caio Marzio, generale arrogante che non fa mistero del suo disprezzo per la plebe. La situazione si fa critica quando i Volsci cominciano a radunarsi nei pressi di Roma guidati dal comandante Tullo Aufidio, acerrimo nemico di Caio Marzio. Si scatena una guerra che ha termine nella battaglia decisiva presso la città di Corioli che, grazie al valore del generale Caio Marzio, vede l'esercito romano uscirne vittorioso. Caio viene però additato come traditore e condannato all’esilio. Da lì seguiranno sangue e vendetta. La peculiarità del film è che l'intera trama è portata in tempi moderni, con tanto di armi da fuoco, carri armati e telegiornali a sostituire quelli che nella tragedia originale sono i messaggeri, senza tuttavia essere minimamente alterata.

Tra ironia e serietà, Pino Insegno conduce i telespettatori nel secondo viaggio alla scoperta del mondo della voce con 'Voice Anatomy', in onda domani, martedì 24 novembre, alle 24.05 su Rai2. Nel corso della puntata interverranno il cantante-poeta Bungaro, per raccontare l’importanza della voce quando diventa suono in musica; l’influencer e doppiatore TheMerluzz, che viaggerà in rete per correggere in maniera ironica le voci dei suoi colleghi; Luca Ward e Francesco Pannofino che si cimenteranno in un altro grande monologo che ha fatto la storia del cinema; il professor Franco Fussi che continuerà il suo importante lavoro per sensibilizzare il pubblico alla cura della propria voce e il professor Andrea Papalotti con le sue lezioni di dizione. Non mancheranno poi le esibizioni dei Cluster, di Max Paiella, de Le Coliche e dello straordinario soundteller Albert Hera. A chiudere la puntata la suadente voce di Nicole Magolie.

La storia della Rai, dei suoi albori, del suo consolidamento, della rivoluzione culturale che ha portato nella società italiana raccontata attraverso i generi e le biografie dei protagonisti. Tornano le “Storie della TV” - sempre con la consulenza del professor Aldo Grasso – che Rai Cultura propone in prima visione da domani, martedì 24 novembre, alle 21.10 su Rai Storia. Si parte con la storia di Walter Chiari, uno dei più poliedrici personaggi dello spettacolo italiano, tra teatro, tv e un fascino che ha sedotto decine di donne e migliaia di appassionati. Il racconto delle sue esperienze televisive si intreccia con le sue vicende personali. Walter Chiari è stato un grande protagonista del mondo dello spettacolo e un volto della comicità televisiva nella sua fase d’oro. Arriva sui teleschermi nel 1957/1958 con due programmi condotti da lui, “Il teatrino di Walter Chiari” e “La via del successo”, per la regia di Vito Molinari. Nel ‘62 è al timone di due programmi – “Alta Pressione” e la seconda edizione di “Studio Uno” - diretti rispettivamente da due registi che a via Teulada, a Roma, stavano gettando le basi del varietà televisivo, Enzo Trapani e Antonello Falqui. Il monologo è la sua specialità. Nel ’65 porta i suoi monologhi a “La prova del 9” (spettacolo della Lotteria di Capodanno), e nel '68 è, con Mina e Paolo Panelli, l’animatore del ritorno di “Canzonissima” al sabato sera. Al culmine della popolarità, viene arrestato, nel giugno ‘70, per droga. Dopo la scarcerazione, la sua popolarità è appannata. Torna in Tv con Falqui, a fianco di Ornella Vanoni per “L’appuntamento”, nel '73. Prende parte ad altri varietà di minore entità, aggiornando i temi dei suoi monologhi, fino al definitivo “Fantastico 2” (1981/82), richiamato da Enzo Trapani. Dal 1983 al 1986 costruisce, con il critico Tatti Sanguineti, il ciclo “Storia di un altro italiano”. Muore nel dicembre 1991, in un residence, davanti un televisore acceso.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza