cerca CERCA
Martedì 19 Ottobre 2021
Aggiornato: 11:28
Temi caldi

Napoli, 24enne ucciso in negozio barbiere: si indaga negli ambienti della malavita

14 febbraio 2014 | 15.13
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Era ritenuto un affiliato al clan Grimaldi il 24enne ucciso ieri sera nel quartiere Soccavo, a Napoli. Fortunato Sorianiello, questo il nome della vittima, è stato freddato mentre si trovava all'interno di un negozio di barbiere, da un sicario con il volto coperto che si è subito allontanato con un complice che lo aspettava all'esterno. All'interno dell'esercizio erano presenti il titolare e un altro cliente. Le indagini si muovono nell'ambito della malavita organizzata, in particolare negli ambienti della periferia occidentale di Napoli. E' da lì che potrebbe essere arrivato l'ordine di uccidere il 24enne.

Sorianiello era figlio di Alfredo Sorianiello, detenuto in carcere, e considerato elemento di spicco del clan. Alfredo Sorianello sfuggì a un agguato simile, nei pressi della sua abitazione nel Rione Traiano, a ottobre 2011, quando rimase ferito a un braccio.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza