cerca CERCA
Sabato 18 Settembre 2021
Aggiornato: 22:16
Temi caldi

Obbligo vaccini, il Codacons contro una legge nazionale: "Valanga di ricorsi"

27 gennaio 2017 | 14.04
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Xinhua)

Una legge nazionale che imponga la vaccinazione obbligatoria come requisito per la frequentazione di scuole e asili nido "sarebbe in netto contrasto con la giurisprudenza consolidata, e darebbe vita ad una valanga di ricorsi da parte delle famiglie, destinati ad essere tutti accolti". Lo afferma il Codacons, dopo l'incontro fra Regioni e il ministero della Salute in cui è stata condivisa "l'esigenza di arrivare in tempi relativamente brevi a una legge nazionale". I tribunali italiani si sono "già espressi contro l'obbligo della vaccinazione per l'ingresso nelle strutture scolastiche", precisa l'associazione consumatori.

"Tra le ultime sentenze in materia - ricorda - spicca quella del Tribunale per i minorenni di Bologna, che ha stabilito come i genitori non possano essere obbligati a sottoporre i figli a vaccinazione come requisito per la frequentazione delle scuole".

"Tali sentenze aprirebbero la strada ad una valanga di ricorsi da parte dei genitori, nel caso in cui si arrivasse ad una legge nazionale sulla vaccinazione come requisito per l'ingresso in scuole e asili - spiega il presidente del Codacons, Carlo Rienzi - Al di là dell'aspetto tecnico della questione, legato all'assenza di vaccini singoli in Italia, si pone anche l'aspetto sanitario: centinaia di segnalazioni delle famiglie raccolte dal Codacons - conclude la nota - denunciano reazioni avverse anche gravi all'esavalente, segnalazioni attualmente al vaglio di una commissione di medici ed esperti".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza