cerca CERCA
Martedì 04 Ottobre 2022
Aggiornato: 18:05
Temi caldi

Professioni tecniche, su semplificazione e infrastrutture pronti a collaborare

24 febbraio 2014 | 16.19
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Roma, 24 feb. (Labitalia) - Sburocratizzazione, risorse e infrastrutture. Questi i temi caldi su cui puntano a collaborare i professionisti tecnici italiani con il governo. A fare il punto con Labitalia è A rmando Zambrano, presidente del Consiglio nazionale degli ingegneri e coordinatore della Rete delle professioni tecniche. "Sul tavolo ci sono - avverte - diversi programmi sui quali si dovrebbe andare avanti. Siamo abbastanza soddisfatti della riconferma del ministro Lupi alle Infrastrutture e trasporti, anche perchè, con lui, avevamo già avviato un dialogo e un percorso concreto che, mi auguro, continui".

"Riguardo ad Andrea Orlando, nominato al dicastero della Giustizia, abbiamo già avuto modo di apprezzarlo - spiega Zambrano - al ministero dell'Ambiente. L'auspicio è quello che continui a fare un buon lavoro anche nella nuova veste, soprattutto per le categorie professionali". "Il mondo dei professionisti italiani - sostiene - ha bisogno dell'emanazione di testi unici e, soprattutto, di una modifica delle regole elettorali dei vari ordini. Attualmente, infatti, il sistema favorisce troppo i ricorsi; chiediamo quindi un snellimento della norma vigente".

"Con il ministero della Semplificazione - continua Armando Zambrano - ci aspettiamo di instaurare un rapporto stretto. Mi riferisco, in particolare, all'esigenza di una semplificazione edilizia e alla revisione delle pratiche urbanistiche; temi, questi, molto 'cari' alla categoria degli ingegneri". "Al presidente del Consiglio Renzi - sottolinea il coordinatore della Rete delle professioni tecniche - abbiamo comunque già dato la nostra disponibilità a collaborare. Certo, i tavoli sono importanti, ma fondamentale è avviare una concreta forma di collaborazione".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza