Cerca

Morando difende Tav, resta opera strategica

ECONOMIA
Morando difende Tav, resta opera strategica

E' "consolidato" che sia la Tav Torino-Lione sia il Terzo Valico tra la Pianura Padana e Genova "sono opere considerate strategiche per inserire il nostro Paese coerentemente in un sistema della mobilità, in particolare delle merci, che abbia le caratteristiche che deve avere un sistema della mobilità di un Paese" dell'Unione Europea. Lo afferma il viceministro dell'Economia Enrico Morando, a margine del convegno RiDay 2014, a Milano, commentando indiscrezioni di stampa secondo le quali palazzo Chigi vorrebbe una seria analisi dei costi e dei benefici della Tav in sede Cipe.


"Non ho seguito questa vicenda - prosegue Morando - io resto a ciò che è consolidato. Mi risulta che queste due opere siano considerate, non solo da questo governo ma anche dai precedenti, inserite in questo quadro. Non conosco nello specifico la vicenda, ma penso che nessuno metterà in discussione questo orientamento, di tipo strategico".

L'orientamento, secondo le indiscrezioni, sarebbe quello di indirizzare le ingenti risorse che l'opera richiede verso altri campi, in particolare verso il miglioramento dei servizi di trasporto pubblico locale, largamente deficitari se paragonati agli standard europei: "Spero che non ci sia alternativa tra queste due cose - conclude Morando - agli atti risulta che queste due opere hanno rilievo strategico e che il governo intende portarle avanti. Quando ci sarà un mutamento di orientamento, immagino che dovrò prenderne atto, ma per ora questo mutamento di orientamento non mi risulta".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.