Cerca

Draghi: "Tassi negativi funzionano"

ECONOMIA
Draghi: Tassi negativi funzionano

(Foto Afp)

"L'Fmi non ha detto che i tassi negativi sono inefficaci, ha parlato di preoccupazioni per tassi molto bassi e molto a lungo e noi siamo consapevoli dei rischi. Ma per noi il giudizio sui tassi negativi è positivo, è una esperienza molto positiva" che ha portato l'Eurozona "esattamente nella direzione voluta". Così il presidente della Bce Mario Draghi dopo l'ultima riunione del suo mandato del consiglio direttivo dell'Eurotower. Riunione alla quale, ha spiegato, ha partecipato anche la futura presidente Christine Lagarde - che dal 1° novembre diventerà nuovo presidente della Bce - "ma non ha preso parte alla discussione".


"Gli ultimi dati confermano il giudizio su debolezza della dinamica della crescita dell'Eurozona e le basse pressioni sull'inflazione", ha poi affermato Draghi sottolineando che sulle prospettive dell'Eurozona "restano rischi al ribasso legati alla incertezze" commerciali e geopolitiche a livello globale. Quanto all'inflazione "dall'1% di agosto è scesa a settembre allo 0,8% per via del calo dei prezzi alimentari e energetici. E' previsto inoltre un nuovo debole calo prima di una leggera ripresa a fine anno".

Commentando poi le uscite pubbliche di membri del Consiglio contrari alle scelte adottate nella riunione di settembre, Draghi ha spiegato: "Tutti discutono, ci sono divergenze nelle discussione sulle decisioni di politica monetaria e non è stata la prima volta" che non c'è stata unanimità nel Consiglio Direttivo. "Francamente, no, non sono stato sorpreso" dalle sortite di esponenti come il presidente della Bundesbank o della banca centrale olandese, ha aggiunto.

"I mercati non hanno frainteso , ma anzi hanno 'letto' correttamente" il senso delle decisioni adottate a settembre dal Consiglio Direttivo della Bce, ha poi affermato Draghi in conferenza stampa per il quale ciò "che è successo dopo la nostra riunione di settembre mostra che le nostre decisioni erano giustificate".

Il presidente della Bce ha anche spiegato come si sente alla vigilia dell'addio all'Eurotower ("Come uno che ha cercato di adempiere al suo mandato nel modo migliore") e sulla possibilità di un suo futuro in politica: "Non lo so". "Come ho già detto chiedete a mia moglie, lo sa lei, spero", ha aggiunto.

E dopo aver definito la sua esperienza alla guida della Bce "molto intensa, forte e affascinante", ha spiegato che a Lagarde "non servono consigli, sa perfettamente cosa fare e ha molto tempo davanti a sé".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.