cerca CERCA
Sabato 27 Novembre 2021
Aggiornato: 10:40
Temi caldi

Attacco al treno in Svizzera, morti l'aggressore e una donna

14 agosto 2016 | 12.32
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Foto AFP) - AFP

È morto anche il 27enne svizzero che ieri ha compiuto l'attacco sul treno della Südostbahn nei pressi di Salez, nel canton San Gallo. Poche ore fa era deceduta una delle sue vittime, una donna 34enne, le cui condizioni erano subito risultate disperate. Due dei cinque feriti ancora ricoverati in ospedale dopo l'attacco subito ieri pomeriggio su un treno della Südostbahn nei pressi di Salez, in Svizzera, sono ancora gravi. Si tratta di un bambino di sei anni e una ragazza di 17.

Grazie alle telecamere a circuito chiuso installate sul treno, che circolava sulla tratta ferroviaria St. Margrethen-Sargans, si è intanto potuto chiarire una parte della dinamica dei fatti. Nelle immagini, riferisce la polizia sangallese, si vede il giovane armato di coltello versare un liquido infiammabile e accenderlo. Quando il rilevatore di fumo installato sul vagone si è attivato, il macchinista della locomotiva ha fermato il treno alla stazione più vicina, quella di Salez-Sennwald, e questo ha permesso ai soccorritori di raggiungere più velocemente il luogo. Alla stazione di Salez-Sennwald, un uomo che si trovava sul marciapiede è salito sul treno in fiamme e ha portato fuori l'aggressore. L'uomo è rimasto intossicato dal fumo.

All'indomani dell'attacco rimane comunque sconosciuto il movente dell'attacco. La polizia parte tuttavia dal presupposto che non si tratti di un atto terroristico . Al momento attuale, gli inquirenti prediligono piuttosto la pista di un'aggressione isolata, si legge in una nota. Ieri le forze dell'ordine hanno proceduto alla perquisizione dell'abitazione del 27enne di nazionalità svizzera, deceduto oggi.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza