cerca CERCA
Domenica 26 Settembre 2021
Aggiornato: 09:38
Temi caldi

Virus, 1350 morti in Cina: 242 in un solo giorno a Hubei

13 febbraio 2020 | 07.38
LETTURA: 3 minuti

Pechino rimuove i capi del partito comunista della provincia e della città di Wuhan. Prima vittima in Giappone. Altri 44 contagi sulla Diamond Princess: il totale sale a 218. In Vietnam un'intera comunità di oltre 10mila persone è in quarantena. Circa 60mila persone risultano contagiate nel mondo. Nuova classificazione diagnosi: impennata dei casi.L'ambasciata cinese in Italia: "Basta aggressioni e insulti"

alternate text
Foto AFP

E' salito a 1.350 il numero dei decessi in Cina a causa della diffusione del coronavirus, con 242 morti in un solo giorno nella provincia centrale di Hubei. Questi gli aggiornamenti forniti dalle autorità cinesi sulla diffusione del virus, che parlano di un totale di 1.310 morti a Hubei dallo scoppio dell'epidemia. Sono invece circa 60mila le persone che risultano contagiate al mondo. E in Giappone si registra la prima vittima: si tratta di una donna di 80 anni. La sua morte è stata confermata dalle autorità del Paese.

In Cina, intanto, le autorità di Pechino hanno rimosso i capi del partito comunista cinese della provincia di Hubei e della città di Wuhan, epicentro dell'epidemia di coronavirus, secondo quanto reso noto l'emittente Cctv. I due potrebbero aver cercato di nascondere le notizie iniziali sulla diffusione del virus.

Come spiega la Xinhua, il segretario del partito comunista di Hubei, Jiang Chaoliang, 61 anni, è stato sostituito da Ying Yong, 61, già sindaco di Shanghai. Il Global Times riferisce che anche il capo del partito comunista cinese di Wuhan, Ma Guoqiang, 56 anni, è stato rimosso e sostituito con Wang Zhonglin, 57, segretario del partito di Jinan, capoluogo della provincia di Shandong.

Rimosso anche il responsabile dell'Ufficio per gli Affari di Hong Kong e Macao dal 2017, Zhang Xiaoming, in relazione alla diffusione del coronavirus. Lo rende noto il ministero delle Risorse umane, spiegando che al suo posto è stato nominato Xia Baolong, dal 2018 vice presidente della Conferenza consultiva politica del popolo cinese e stretto alleato del presidente cinese Xi Jinping.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza