Home . 120 secondi di notizie - Italia Economia n.30 del 26 luglio 2017
ISSN 2465-2067

120 secondi di notizie - Italia Economia n.30 del 26 luglio 2017

ITALIA ECONOMIA

Pil. Dopo Banca d'Italia, anche il Fondo Monetario Internazionale rivede al rialzo le stime di crescita per l'Italia nel 2017. L'organizzazione mondiale porta a +1,3 per cento il Pil di quest’anno e a una crescita dell'1% quello del 2018. Le stime sono state riviste non solo per l'Italia, ma anche per Francia, Germania e Spagna. Siccità. Ammontano a 2 miliardi di euro i danni al settore agricolo causati dalla siccità. Le condizioni climatiche anomale della prima parte dell'anno, calcola la Coldiretti, hanno privato d'acqua almeno due terzi dei campi coltivati sulla Penisola e la siccità rende sempre più difficile ricorrere all’irrigazione di soccorso per salvare le produzioni. - Lavoro. Nuovi dati in arrivo dall'Inps attestano che la ripresa occupazionale c'è. Secondo l'Osservatorio sul precariato, nei primi cinque mesi del 2017 il saldo tra assunzioni e cessazioni è positivo per 729mila unità, un valore superiore sia a quello del corrispondente periodo del 2016 che a quello del 2015. - Migranti. Gli immigrati sono un'opportunità per il sistema economico che li accoglie, non rubano lavoro agli italiani, svolgendo semmai quello meno remunerato e qualificato. Parola del centro studi di Confindustria, che calcola come il loro contributo diretto sull'economia abbia superato nel 2015 i 120 miliardi di euro, l'8,7% del Pil complessivo. - Costruzioni. L'edilizia non aggancia la ripresa nel 2017. Nonostante la revisione al rialzo delle stime del Pil, l'Associazione nazionale dei costruttori prevede che per l’anno in corso gli investimenti in costruzioni siano pari allo 0,2 per cento in più del 2016. A crescere saranno solo le opere pubbliche, ma solo del 4 per cento, secondo le stesse previsioni.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI