Home . AKI Italiano . Cultura e Media . Analfabeta il 42% delle ragazze in Medioriente, record negativo in Iraq con il 77%

Analfabeta il 42% delle ragazze in Medioriente, record negativo in Iraq con il 77%

CULTURA E MEDIA
Analfabeta il 42% delle ragazze in Medioriente, record negativo in Iraq con il 77%

In Medioriente il 42 per cento delle ragazze sopra i 15 anni è analfabeta. Lo riporta l'emittente al-Arabiya, ricordando che il livello di analfabetismo mondiale delle ragazze è del 12 per cento. E sottolineando come il record negativo spetti all'Iraq, dove l'analfabetismo colpisce il 77 per cento delle giovani, seguito dallo Yemen con il 75 per cento. L'avversione culturale all'istruzione delle donne è solo uno degli aspetti che costringono le ragazze lontane dalle scuole, insieme all'instabilità politica, all'insicurezza e a fattori economici che richiedono l'impiego nel mondo del lavoro di tutti i membri della famiglia. Inoltre, davanti alla possibilità di mandare il figlio maschio o la figlia femmina all'università, di solito la scelta ricade sul primo. Così, ad esempio, ha risposto il 53 per cento delle donne intervistate in Egitto.

Un ruolo importante nel garantire l'accesso all'istruzione viene riconosciuto ai governi, soprattutto rendendo gratuite le scuole. Ma anche all'economica. Nei Paesi dove si è verificata una rapida crescita del Pil, come ad esempio il Bahrain e gli Emirati Arabi Uniti, il gap di genere si è infatti invertito, con un tasso di analfabetismo maggiore tra gli uomini rispetto alle donne. Negli Emirati, ad esempio, è analfabeta il 13 per cento dei ragazzi contro il 6 per cento delle ragazze di età compresa tra i 15 e i 24 anni. In un rapporto della Bbc, inoltre, emerge come la mescolanza di genere, che deriva anche all'insegnamento che un maestro fornisce a una studentessa, è una delle cause per cui nello Yemen è estremamente basso il livello di istruzione femminile.

Le statistiche non sono rosee, ma il futuro sembra riservare prospettive migliori. In base ai dati diffusi da al-Arabiya sulla Libia, ad esempio, è analfabeta il 32 per cento delle donne di età superiore ai 15 anni, ma la percentuale si riduce al 7 per cento se viene considerata la fascia tra i 15 e i 24 anni. La cosidetta generazione-Y, ovvero i nati dal 1990 in poi, sono statisticamente più istruiti e hanno un maggiore accesso all'istruzione. Si tratta del risultato di un processo di pace in corso mirato anche a formare una società più istruita. L'Oman, ad esempio, è un Paese dove nel 1970 solo il 10 per cento delle donne era in grado di leggere e scrivere, mentre nel 2000 l'analfabetismo riguardava solo il 4 per cento delle ragazze tra i 15 e i 24 anni.

In crescita anche l'istruzione femminile in Paesi come Algeria ed Egitto, con dati rispettivamente del 43 e del 56 per cento nel 2000. Trent'anni fa, in questi Paesi il tasso di alfabetismo femminile si fermava in entrambi al 25 per cento.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI