Home . AKI Italiano . Economia . Stabilità economica e imprenditoria privata, così il premier Mahlab disegna il rilancio dell'Egitto fino al 2030

Stabilità economica e imprenditoria privata, così il premier Mahlab disegna il rilancio dell'Egitto fino al 2030

ECONOMIA
Stabilità economica e imprenditoria privata, così il premier Mahlab disegna il rilancio dell'Egitto fino al 2030

Il premier egiziano Ibrahim Mahlab

Ci vuole stabilità politica e un ruolo di punta degli imprenditori privati per il rilancio economico dell'Egitto, da oggi al 2030. Lo ha dichiarato il primo ministro egiziano Ibrahim Mahlab intervenendo alla conferenza economica internazionale in corso fino a domani a Sharm el-Sheikh. La priorità del suo governo, ha detto, è quella della stabilità politica, ricordando i progressi compiuti dal luglio 2013, ovvero dalla deposizione del presidente islamico Mohammed Morsi. Inoltre ''il settore privato è il motore principale dell'economia'', ha sottolineato Mahlab, affermando che l'Egitto considera l'imprenditoria privata il primo autore della crescita economica e della produzione.

Il governo, ha aggiunto, ha collaborato con il settore privato nell'avviare riforme economiche nel rispetto dell'imprenditoria, tra cui la legge sugli investimenti e la tassazione. Inoltre è stata creata una commissione per le riforme legali e amministrative con particolare attenzione al settore finanziario.

Il premier ha quindi ricordato la creazione di un nuovo ministero per l'Aggiornamento e la qualità del lavoro come parte degli sforzi del governo di puntare sulla popolazione giovanile come risorsa per un'occupazione qualificata. Inoltre il governo lavorerà sugli aspetti sociali dello sviluppo attraverso programmi rivolti alle famiglie più bisognose con finanziamenti, assicurazioni e pensioni.

Parlando di grandi progetti, Mahlab ha detto che continuano i lavori per la costruzione di un nuovo corso d'acqua nel Canale di Suez e che verrà realizzata una nuova città turistica nella costa settentrionale.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI