Home . AKI Italiano . Politica . Insediamenti, Onu a Israele: "Legge contraria al diritto internazionale"

Insediamenti, Onu a Israele: "Legge contraria al diritto internazionale"

POLITICA
Insediamenti, Onu a Israele: Legge contraria al diritto internazionale

Hebron (Foto Afp)

"La Knesset israeliana ha varato una legge per dare legittimità al furto e all'esproprio illegale della terra palestinese". E' così che Saeb Erekat, segretario del comitato esecutivo dell'Organizzazione per la liberazione della Palestina (Olp), ha commentato l'approvazione da parte del Parlamento israeliano della sanatoria sugli insediamenti, una legge con valore retroattivo ma che permetterà in futuro di confiscare terreni privati in territorio palestinese.

"Tutti gli insediamenti israeliani nella Palestina occupata sono illegali e rappresentano un crimine di guerra a prescindere da qualsiasi legge varata dal parlamento israeliano o da qualsiasi sentenza pronunciata da un giudice israeliano", ha detto Erekat, secondo cui "il progetto colonialista israeliano nega la pace e le chance di applicare la soluzione dei due Stati".

Anche il portavoce della presidenza dell'Autorità nazionale palestinese, Nabil Abu Redeineh, ha condannato la sanatoria approvata ieri dalla Knesset, definendola "contraria alla risoluzione 2334 del Consiglio di Sicurezza dell'Onu" e facendo appello alla comunità internazionale ad "assumersi le sue responsabilità prima che le cose raggiungano una fase difficile da controllare".

Per Hanan Ashrawi, esponente dell'Olp, con questa legge "il premier Benyamin Netanyahu e la sua coalizione estremista distruggono i fondamenti della soluzione dei due Stati e le chance di raggiungere la pace", oltre a segnare "l'annessione definitiva della Cisgiordania impedendo così la creazione di uno Stato palestinese, senza il quale non vi saranno pace e stabilità nella regione e nel mondo".

ONU - Il segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres, ha espresso "profondo rammarico" per la legge che, ha detto Guterres, "è contraria al diritto internazionale e avrà conseguenze legali per Israele".

UE - L'Unione europea, afferma l'Alto rappresentante per la politica estera e la sicurezza dell'Ue, Federica Mogherini, in un tweet, "esorta il governo israeliano a non applicare la legge votata dalla Knesset".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI
07 / 02 - 14:31 |
jammer
segnala un abuso

Bisogna sostenere i palestinesi contro l'esproprio ad statum perpetrato dalla politica di Israele che pretende le case e gli spazi di chi là vive da millenni.