Home . Fatti . Cronaca . Hai perso tutti i punti della patente e devi fare la revisione? L’esame diventa più facile

Hai perso tutti i punti della patente e devi fare la revisione? L’esame diventa più facile

CRONACA
Hai perso tutti i punti della patente e devi fare la revisione? L’esame diventa più facile

Foto di repertorio (Fotogramma)

Fare l’esame di revisione della patente per chi ha perso tutti i punti a causa di numerose multe diventa più facile. Per 'riabilitarsi' alla guida infatti - si legge su 'laleggepertutti.it' - non sarà più necessario rispolverare regole come quelle su inquinamento, pronto soccorso, strade e meccanica dei veicoli. È quanto prevede un decreto ministeriale da poco pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Poiché chi ha perso i punti della patente ha dimostrato di non conoscere, o non rispettare, le regole della circolazione stradale avendo commesso una serie di violazioni gravi i quiz si concentreranno solo sulle norme di comportamento e sulla segnaletica.

In precedenza, invece, i quiz per la patente erano identici sia per i candidati che volevano ottenere la patente, sia per quelli che, invece, dovevano solo 'riacquistare' i punti persi.

Ci saranno dunque meno materie da studiare e minori possibilità di essere bocciati per aver dimenticato norme su veicoli e strade. E' tenuto a rinnovare l’esame della patente chi ha fatto sorgere dubbi sulla sua idoneità tecnica (perché ha commesso un’infrazione molto grave), chi ha causato un incidente con lesioni gravi con una violazione che comporta la sospensione della patente o chi ha commesso una serie di infrazioni che, per frequenza e gravità, hanno portato all’azzeramento dei punti.

Partendo da queste premesse, si è ritenuto che un conducente del genere debba dimostrare soprattutto di sapere che cosa è consentito su strada e cosa no, oltre ad avere coscienza dei rischi legati a determinati comportamenti di guida e all’assunzione di alcol o droga. Dal quiz sono stati quindi stralciati tutti gli altri argomenti. Questo comporta una riduzione dei capitoli sui quali prepararsi. Non solo: anche nei capitoli rimasti c’è stato uno sfoltimento. Per esempio, nella parte relativa alla segnaletica, ci si concentra sul significato dei segnali, tralasciando 'finezze' come le regole su come e dove essi vanno collocati. Il numero di quiz cui rispondere e quello massimo di errori ammessi per superare l’esame rimane identico.

Per conoscere le materie su cui verteranno i nuovi quiz, basta consultare il Decreto del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 15.02.2016 (in Gazz. Uff. n. 92 del 20.04.2016).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.