Home . Fatti . Cronaca . Milano come Madrid per la finale di Champions, oltre 70.000 tifosi invadono la città /Foto -Video

Milano come Madrid per la finale di Champions, oltre 70.000 tifosi invadono la città

CRONACA
Milano come Madrid per la finale di Champions, oltre 70.000 tifosi invadono la città /Foto -Video

Milano come Madrid, almeno per un giorno. A poche ore dal fischio d'inizio della finalissima di Champions League , tutto è ormai pronto per il derby madrileno tra le due maggiori squadre di calcio, il Real Madrid Club de Fútbol e il Club Atlético de Madrid. E tifosi e turisti hanno portato i colori del Real e dell’Atletico nel cuore di Milano con una sorta di pacifica invasione di circa 100 mila tifosi, accompagnati da un clima di festa fatto di bandiere, sciarpe, magliette, cori. (Fotogallery)

Piazza Duca d'Aosta, dentro e fuori la Stazione Centrale, è piena dei colori dei tifosi dell'Atletico Madrid, per i quali è stata allestita una fan zone con punti ristoro, bagni pubblici, maxischermo con filmati storici della squadra. Dal palco arriva musica a tutto volume che si mischia ai cori gridati in un'atmosfera di allegria, mentre alcuni lacrimogeni bianchi e rossi, come i colori della squadra, 'appannano' l'ultima giornata limpida e primaverile della settimana. Il ritrovo per i tifosi del Real è invece in zona Pagano. In entrambe le zone sono state costruite due fontane, arrivate direttamente da Madrid, per permettere agli affezionati la festa anche dopo la partita.

Il Teatro alla Scala, super blindato come se fosse in programma la prima scaligera di dicembre, ha aperto le porte ai big del calcio internazionale: da Angel Maria Villar, presidente Uefa per il periodo dell’Europeo 2016, al numero uno della Figc Carlo Tavecchio, fino ai presidenti di Real e Atletico, Florentino Perez ed Enrique Cerezo. A fare gli onori di casa il sindaco Giuliano Pisapia, presidente e vice dell’Inter Erick Thohir e Javier Zanetti e l’ad rossonero Adriano Galliani. Tutti convocati pure stasera in tribuna vip quando arriveranno anche i reali di Spagna.

Per circolare in città, Atm ha previsto un biglietto unico per tutte le tratte: già da venerdì in metropolitana gli annunci riecheggiano anche in lingua spagnola. Cuore pulsante dell'evento è ovviamente San Siro, con protagoniste delle cerimonia di apertura due voci uniche e amate dal pubblico del mondo, quella di Alicia Keys e quella di Andrea Bocelli. Nove minuti di musiche e coreografie per omaggiare il calcio e Milano.

Alicia Keys, in particolare, si esibirà con quattro canzoni, accompagnata sul palco, al centro dello stadio, da 400 volontari e performer provenienti da ogni parte d'Italia che si amalgameranno ai 12 ballerini della cantante. Una coreografia di massa che andrà a comporre anche l'immagine del Duomo di Milano. Dopo che verranno aperti gli imponenti stendardi di Real e Atletico, la coppa della Champions sarà portata sul campo da Zanetti e Baresi, storici capitani di Inter e Milan. Un momento emozionante accompagnato dall'inconfondibile inno della Champions League cantato da Andrea Bocelli dal secondo anello. Lo show è prodotto da Filmmaster Events che si occuperà anche della cerimonia di apertura delle Olimpiadi di Rio e dell'Europeo in Francia.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI