Home . Fatti . Cronaca . Bari, Gdf sventa sbarco di 12 quintali di marijuana /Video

Bari, Gdf sventa sbarco di 12 quintali di marijuana

CRONACA
Bari, Gdf sventa sbarco di 12 quintali di marijuana /Video

Oltre 12 quintali di marijuana trasportati a bordo di un gommone. E' il maxi sequestro di droga eseguito dalla Guardia di Finanza che ha sventato lo sbarco della sostanza stupefacente sulle coste pugliesi. L’intervento è stato condotto dalle unità del Reparto Operativo Aeronavale di Bari, chiamato a contrastare i traffici illeciti via mare diretti in Puglia, in collaborazione con quelle del Gruppo Aeronavale di Taranto specializzato in operazioni a largo raggio nonché Centro di coordinamento locale per l’operazione “Triton” dell’Agenzia Europea Frontex.

Nella serata di giovedì, un grosso gommone, a poche miglia a largo di Mola di Bari, è finito nella rete del dispositivo di vigilanza, attuato quotidianamente dalla Guardia di Finanza per contrastare l’immigrazione clandestina e il traffico di droga. A insospettire i finanzieri è stato il comportamento del natante che, proveniente dal largo, puntava sulla costa barese, a velocità sostenuta.

Alcune motovedette si sono avvicinate per eseguire un controllo di polizia più accurato ma, per tutta risposta, gli scafisti a bordo del potente gommone, sul quale si iniziava a distinguere il carico di involucri solitamente contenenti la marijuana, aumentavano la velocità nel tentativo di sfuggire ai militari.

Ne è nato un inseguimento, mentre i fuggitivi lanciavano in mare l’ingente carico di droga. I trafficanti hanno quindi puntato a massima velocità sulla costa, toccando terra nei pressi di Cala Corvino, vicino a Monopoli, e dileguandosi verso l’entroterra. Il gommone è stato abbandonato con la marcia avanti inserita, cominciando così a girare pericolosamente su se stesso. Solo l’abilità dell’equipaggio di una vedetta ha permesso di affiancare il mezzo sul quale un finanziere è riuscito a saltare e a bloccarne la corsa.

Nonostante il buio, le ricerche dei trafficanti sono proseguite per alcune ore, ma con esito negativo. Altre ricerche sono tuttora in corso a più ampio raggio. In mare sono stati recuperati più di 80 colli contenenti complessivamente oltre 12 quintali di marijuana. La droga, se fosse arrivata sulle piazze di spaccio, avrebbe fruttato all’organizzazione criminale oltre 12 milioni di euro. La marijuana e il gommone, di circa 10 metri di lunghezza e dotato di due potenti motori da 350 cavalli l’uno, sono stati sottoposti a sequestro.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI