Home . Fatti . Cronaca . Capodanno, Mister ok pronto al 29esimo tuffo nel Tevere

Capodanno, Mister ok pronto al 29esimo tuffo nel Tevere

CRONACA
Capodanno, Mister ok pronto al 29esimo tuffo nel Tevere

Immagine di repertorio (Xinhua)

La tradizione di Mister ok, con il suo tuffo nelle acque del Tevere per salutare il nuovo anno, si ripeterà. Maurizio Palmulli è pronto all'impresa per la 29esima volta: anche domani, dunque, alle 12 in punto, allo sparo del cannone del Gianicolo, si tufferà nel fiume da Ponte Cavour dando così il suo benvenuto al 2017.

"Quest'anno dedico il mio tuffo a Debora e Aurora, la mamma e la figlia di otto anni morte nel crollo della palazzina di Acilia", afferma all'Adnkronos Palmulli, il bagnino di Castel Fusano erede del primo Mister ok, Rick De Sonay, l'italo-belga che nel 1946 inaugurò il tuffo nel fiume di Roma in costume e cilindro e fu soprannominato così per il gesto che faceva con la mano ad ammiratori e curiosi.

Palmulli, che è della zona, conosceva la due vittime del crollo di Acilia e anche per questo il suo pensiero domani andrà a loro: "Ieri c'è stata la fiaccolata per ricordarle. Quanto è accaduto ci ha rattristati e quindi innanzitutto la mia dedica andrà a loro", spiega aggiungendo che il suo augurio sarà anche per "i tanti detenuti, le loro famiglie e i disabili".

Il bagnino 64enne non si fa intimidire dalle temperature in calo: "In 29 anni ne ho visti di tutti i tipi - sottolinea - anche neve e ghiaccio". Nulla lo spaventa. Stanotte però a letto presto: "Da 29 anni non faccio un veglione - racconta Palmulli -. Cena con i parenti, brindisi di mezzanotte e poi a dormire: domani alle 12 spara il cannone". E scatterà il suo volo d'angelo nel fiume.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.