Home . Fatti . Cronaca . File per stranieri in discoteca a Modena, spunta audio su Facebook /Ascolta

File per stranieri in discoteca a Modena, spunta audio su Facebook

CRONACA
File per stranieri in discoteca a Modena, spunta audio su Facebook /Ascolta

Abi Zar (fermo immagine video Facebook)

"La verità non ha padroni". Così s'intitola il lungo intervento pubblicato su Facebook da Abi Zar, il ragazzo cresciuto nel modenese che qualche settimana fa aveva denunciato sui social un episodio discriminatorio cui era stato vittima. Il ragazzo, in un post diventato virale sul web, aveva raccontato di essersi recato presso un locale alla periferia di Modena dove era stato invitato dai buttafuori a utilizzare l'entrata secondaria solo per il fatto, secondo lui, di essere "un uomo di colore nero".

"Non c'è nessun intento discriminatorio da parte nostra", aveva replicato l'agenzia Mo.Ma, responsabile dell'organizzazione della serata, smentendo la versione del ragazzo e definendo la sua segnalazione "un'accusa che non ha senso, grave, che ci offende". Ora Abi Zar è tornato sull'argomento con un nuovo post di denuncia in cui afferma di essere entrato in possesso di "un file audio fatto da uno dello staff del Mo.Ma che spiega come hanno deciso di apportare alcune modifiche e fa riferimento alla FILA PER STRANIERI".

Nel file audio, condiviso su Facebook dal giovane, è possibile riconoscere la voce di un ragazzo che fa riferimento ad una fila destinata solo agli "stranieri, gente non bene accetta per il locale, quelli che il locale non vuol fare entrare". "Vorrei che le persone che hanno a che fare con episodi del genere trovino il coraggio di parlare perché per combattere questo mostro chiamato razzismo o discriminazione bisogna prima riconoscerlo", afferma Abi Zar nel video social, "l'obiettivo di questo audio è quello di prendere coscienza che questa cosa esiste e va combattuta con il dialogo e non con la violenza".


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.