Home . Fatti . Cronaca . Perde permesso soggiorno, trans chiusa nel reparto uomini Cie di Brindisi

Perde permesso soggiorno, trans chiusa nel reparto uomini Cie di Brindisi

CRONACA
Perde permesso soggiorno, trans chiusa nel reparto uomini Cie di Brindisi

Foto dalla pagina Facebook del MIT

a cura della redazione web

"Lei è Adriana, dal 21 Febbraio è trattenuta al CIE di Brindisi nel reparto maschile". A raccontare la storia con un post su Facebook è il Movimento Identità Transessuale (MIT) che spiega come, nonostante sia in Italia da 17 anni, abbia perso il lavoro, quindi, da tre anni il permesso di soggiorno e sia finita nel Centro di identificazione ed espulsione. "Adriana da 8 giorni ha iniziato uno sciopero della fame per essere trasferita in un reparto femminile - denunciano -. Non sfugge, come una donna trans trattenuta fra centinaia di uomini sia in costante pericolo". Adriana, spiegano, è riuscita a contattare il MIT e ci chiede di aiutarla nella sua legittima richiesta di essere trasferita in un reparto femminile, al riparo da discriminazioni e violenze. "Per questo motivo - concludono - chiediamo che venga immediatamente trasferita in un reparto femminile, annunciando che se ciò non avverrà ci mobiliteremo come trans e attivisti per la sua incolumità".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI