Home . Fatti . Cronaca . Clima, ecco i paesi più inquinati al mondo

Clima, ecco i paesi più inquinati al mondo

CRONACA
Clima, ecco i paesi più inquinati al mondo

(Xinhua)

Verrà resa nota oggi la decisione di Donald Trump sull'accordo di Parigi. Dopo che diverse testate americane hanno rivelato che il presidente avrebbe deciso di ritirare gli Stati Uniti dall'accordo sul clima, si attende l'annuncio ufficiale della decisione. Una delle tante differenze di vedute che contrappone Trump all'ex presidente USA Barack Obama, che aveva salutato con grande piacere l'intesa raggiunta a Parigi.

Quello delle emissioni di carbonio, e in generale dell'inquinamento atmosferico, è un problema che riguarda tutto il mondo e che cresce di anno in anno. Stando all'ultimo rapporto dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, tre milioni di persone muoiono ogni anno per l'esposizione all'inquinamento dell'aria del luogo in cui vivono. Solo l'8% della popolazione mondiale ha il privilegio di respirare aria buona, mentre il restante 92% vive in zone dove l'inquinamento atmosferico supera il limite massimo fissato dall'Oms. Ma quali sono i paesi più inquinati in assoluto?

In termini di vittime causate dall'inquinamento, il paese al mondo che paga il bilancio più alto, con oltre un milione di decessi nel 2012, è la Cina, dove lo smog ha superato di ben 100 volte i limiti dell’Oms. L'India si gioca la palma del paese con l'inquinamento atmosferico più mortale. Le vittime sono infatti 621 mila. Segue la Russia con 140 mila morti, mentre negli USA l'aria sporca fa 38mila vittime.

Per quanto riguarda l'Europa, l' Oms ha stilato una classifica delle 50 città più inquinate. Di queste, 33 sono polacche, 9 bulgare e 5 ceche. Sul podio ci sono le città polacche di Zwiec e Pszczyna, seguite dalla bulgara Dimitrovgrad. Nella graduatoria dei centri più inquinati si trovano anche tre comuni italiani: Soresina, Settimo Torinese e Brescia. Gli USA guiderebbero la classifica delle emissioni di carbonio, al di sotto solo della Cina (che ha però dichiarato di voler mantenere il suo impegno nell'accordo di Parigi).

Altri dati choc sono stati diffusi dall'Organizzazione Mondiale della Sanità nel marzo del 2017 e hanno rivelato che "più di una morte su 4 fra i bambini sotto i 5 anni è attribuibile a un ambiente insalubre". I cambiamenti climatici, le temperature e i livelli di diossido di carbonio sono le cause che, secondo i dati, rubano le vite di 1,7 milioni di bimbi.

Scopo dell'accordo di Parigi è proprio quello di ridurre in modo significativo, entro il 2030, il numero di morti e di malattie causate dall' inquinamento atmosferico.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI