Home . Fatti . Cronaca . Roma, tensioni fra antagonisti e Casapound: feriti

Roma, tensioni fra antagonisti e Casapound: feriti

CRONACA
Roma, tensioni fra antagonisti e Casapound: feriti

(Foto Adnkronos)

Antagonisti e centri sociali hanno fatto irruzione nel centro anziani di via del Badile, dove era in programma il consiglio straordinario del IV Municipio sul presidio di via del Frantoio, che, nelle scorse settimane, è stato al centro di pesanti contrasti tra immigrati e residenti del quartiere della periferia est di Roma. I manifestanti hanno lanciato oggetti che hanno colpito anche residenti presenti sul posto per assistere al Consiglio, chiesto dai cittadini del quartiere supportati da Casapound .

Tra i feriti, ce ne sarebbe uno più grave colpito alla testa da un oggetto lanciato dagli antagonisti. Altri dei presenti, raggiunti sempre dal lancio di oggetti, avrebbero riportato abrasioni e contusioni di vario genere, mentre ci sarebbero un paio di persone intossicate dallo spray urticante. Un uomo di 55 anni è stato soccorso dal 118 per un malore. L'uomo è stato portato al Pertini in codice giallo.

Dopo i disordini il il Consiglio straordinario è stato interrotto. "All’avvio dei lavori, alcune persone aderenti alla sinistra antagonista romana, si sono adunate nei pressi del centro anziani fronteggiando le forze dell’ordine anche con aggressioni a mezzo di spray urticanti", spiega la Questura di Roma in una nota. "La concitazione creata dei dimostranti ha indotto la Presidente ad interrompere il Consiglio - conclude la Questura -. Sono in corso trattative di mediazione al fine di evitare interventi con la forza".

CAMPIDOGLIO - L’amministrazione capitolina condanna ogni forma di violenza, fisica e verbale e invita i cittadini a isolare i comportamenti intimidatori provenienti da qualsiasi estremismo. E' quanto sottolinea in una nota il Campidoglio.

“Purtroppo oggi alcune minoranze, appartenenti a differenti schieramenti politici, hanno impedito il regolare svolgimento del consiglio straordinario del Municipio IV che si sarebbe dovuto tenere presso il centro anziani di via del Badile. Ringraziamo le forze dell’ordine per l’impegno profuso che ha garantito la sicurezza dei cittadini”, sottolinea il delegato alla Sicurezza della Sindaca di Roma Capitale Marco Cardilli.

CASAPOUND - "Hanno spruzzato spray al peperoncino e lanciato una marea di oggetti, colpendo alcuni di noi e alcuni residenti – riferisce il responsabile politico di CasaPound per il Lazio Mauro Antonini, il promotore della richiesta del consiglio straordinario -. Già avevano tentato di impedirci l'ingresso in consiglio, e, non essendoci riusciti, hanno pensato bene di fare irruzione. E' inammissibile che possano accadere cose del genere".

"Quando siamo arrivati insieme ai residenti - spiega Antonini - abbiamo trovato ad attenderci un centinaio di manifestanti dei centri sociali, delle ong e del mondo della cooperazione che hanno tentato di impedirci l’ingresso. Sventolavano bandiere rosse e cercavano di bloccarci. C’è stato un lancio di oggetti e più di un momento di tensione ma siamo riusciti a entrare. Da fuori continuavano a provocare, poi è scattata l'irruzione nel centro. Ancora una volta questi soggetti si pongono fuori dalla legalità. Vorremmo che la politica, Raggi e Baldassarre in testa, se ne rendessero conto e prendessero una posizione chiara in proposito.

FRONGIA - “Mi sono recato al consiglio straordinario per esprimere vicinanza e solidarietà alla presidente, alla giunta e ai consiglieri. Siamo sempre favorevoli al confronto democratico, siamo invece contrari a chi usa metodi violenti e non democratici". Lo afferma Daniele Frongia, assessore allo Sport e Politiche giovanili di Roma Capitale, che era presente al momento degli scontri

"Nessun soggetto ha quindi goduto di corsie preferenziali: condanniamo, in egual modo, ogni forma di estremismo - conclude -. L'azione del governo del IV Municipio andrà avanti con la stessa determinazione di prima".

PD - "La gestione dell'ordine pubblico tenuta oggi durante il Consiglio aperto del IV Municipio è stata del tutto inaccettabile. La responsabilità del presidente municipale e della maggioranza è sotto gli occhi di tutti ed è inaccettabile che chi aizza tensione ed intolleranza venga addirittura scortato dalle forze dell'ordine. Esiste un problema gigantesco con l'estrema destra romana, spero che il ministro Minniti se ne sia reso conto". Così in una nota il Consigliere Comunale Democratico Marco Palumbo.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI