Home . Fatti . Cronaca . "Brutto fro...", minacce al leader dei Sentinelli di Milano

"Brutto fro...", minacce al leader dei Sentinelli di Milano

CRONACA
Brutto fro..., minacce al leader dei Sentinelli di Milano

(Fotogramma)

Due mesi di insulti omofobi e minacce. Ora Luca Paladini, leader e fra i portavoce dei Sentinelli di Milano - gruppo in difesa dei diritti dei gay - ha deciso di denunciare. Dopo giorni conditi da pesanti messaggi inviati da profili fake, è infatti arrivata la goccia che ha fatto traboccare il vaso, firmata dal falso profilo Marcello Ferrari: "Noi a te sì che possiamo arrivare - si legge fra le altre cose nel messaggio di minacce diffuso da Paladini, chiamato insistentemente "brutto frocio pederasta" -. E stai tranquillo che prima o poi qualche dente te lo facciamo ingoiare per davvero spione di merda". Evidentemente troppo per il portavoce, che dal suo profilo e attraverso quello dei Sentinelli, ha comunicato l'intenzione di passare alle vie legali.

"Ci abbiamo ragionato tanto, abbiamo soppesato tutte le opzioni - scrivono i sentinelli -. Dare o non dare visibilità? Da qualche mese uno dei portavoce più noti del nostro gruppo, Luca Paladini, sta subendo una persecuzione vera e propria. Le minacce su FB, sempre più pesanti e dirette, sia su questa pagina, sia sul profilo personale di Luca. Non abbiamo certezze di chi sia, abbiamo forti sospetti, ma non è questo il punto. Che sia una singola persona con un sacco di tempo da perdere o un gruppo di sfigati organizzati alla bene e meglio, poco importa: chi tocca un sentinello, tocca tutt*!", spiegano.

"Pur essendo vicini alle sofferenze umane - scrivono ancora -, non abbiamo nessuna comprensione per chi minaccia, per chi scrive "prima o poi qualche dente te lo facciamo ingoiare". Una volta individuati i responsabili sarà nostra premura, oltre a chiedere un'azione penale, pretendere un risarcimento economico per offese e ingiurie. Il ricavato dalle sanzioni sarà interamente devoluto ad associazioni che si battono contro il fenomeno del bullismo".

E intanto, però, arrivano nuove minacce: questa volta a scrivere è il fake Goffredo Laganga, che invita Paladini a presentarsi il prossimo giovedì a Cologno Monzese "così facciamo pace". Un invito al quale il Sentinello non ha risposto.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI