Home . Fatti . Cronaca . "Prime le italiane", staffetta azzurra diventa un caso

"Prime le italiane", staffetta azzurra diventa un caso

CRONACA
Prime le italiane, staffetta azzurra diventa un caso

(Foto Facebook Roberto Saviano)

E' diventato un caso politico la vittoria delle azzurre Libania Grenot, Maria Benedicta Chigbolu, Ayomide Folorunso e Raphaela Lukudo ai Giochi del Mediterraneo di Tarragona. Le quattro atlete, arrivate prime nella staffetta 4X400, sono state immortalate dopo la vittoria in una foto diventata virale sul web in poche ore. Lo scatto, accompagnato dall'hashtag #primeleitaliane - versione provocatoria del celebre motto della Lega "prima gli italiani" - è infatti stato interpretato da molti, lo scrittore Roberto Saviano e gli esponenti dem in primis, come simbolo dell'Italia antirazzista, suscitando le critiche del Carroccio. LA RISPOSTA A PONTIDA - Tra i primi a rilanciare la foto delle azzurre è stato lo scrittore Roberto Saviano che, nel giorno del raduno leghista, ha commentato su Facebook: "I loro sorrisi sono la risposta all'Italia razzista di Pontida. L'Italia multiculturale nata dal sogno repubblicano non verrà fermata". Sulla stessa linea l'ex premier Matteo Renzi che, definendo il trionfo delle connazionali "la notizia più bella di ieri", commenta entusiasta sui social: "Vince l'Italia che non ha paura". "#leitalianeprime", gli fa eco il segretario reggente del Pd Maurizio Martina. "Salvini ha paura, loro hanno coraggio", twitta provocatorio l'ex ministro del Mibact Dario Franceschini.

LA REPLICA - A stretto giro è arrivata la replica degli esponenti del Carroccio. A partire dal segretario nonché ministro dell'Interno Matteo Salvini. "Bravissime, mi piacerebbe incontrarle e abbracciarle", scrive il vicepremier su Facebook, prima di lanciare un attacco al Pd: "Come tutti hanno capito (tranne qualche 'benpensante' e rosicone di sinistra), il problema è la presenza di centinaia di migliaia di immigrati clandestini che non scappano da nessuna guerra e la guerra ce la portano in casa, non certo ragazze e ragazzi che, a prescindere dal colore della pelle, contribuiscono a far crescere il nostro Paese. Applausi ragazze!!!".

"Vinte 156 medaglie ai giochi del mediterraneo e Saviano e il PD si ricordano solo di quella vinta dalle atlete di colore. Chi è il razzista? - ribatte invece il ministro dell'Agricoltura, Gian Marco Centinaio - BRAVI a TUTTI gli atleti italiani! La vera risposta ai politicanti da salotto...." "I veri razzisti - aggiunge Centinaio in un secondo post - sono quelli che si dimenticano di tutti gli altri atleti che hanno vinto delle medaglie ai giochi del mediterraneo. bravi a TUTTI gli atleti italiani". "I radical chic in questa foto ci vedono solo atlete di colore da strumentalizzare - osserva invece il presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, su Facebook - Io vedo sventolare la bandiera tricolore. Evviva le nostre ragazze".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.