Home . Fatti . Cronaca . Davigo entra nel Csm

Davigo entra nel Csm

CRONACA
Davigo entra nel Csm

(Foto Fotogramma)

Piercamillo Davigo è il primo togato eletto al Consiglio superiore della magistratura. A conclusione dello scrutinio delle schede per i magistrati di legittimità della Cassazione, il leader di Autonomia e Indipendenza ha avuto 2.522 voti. Eletta anche Loredana Micciché, di Magistratura indipendente, con 1.761 voti. Non ce l'hanno fatta gli altri due candidati: Carmelo Celentano (Unicost), che si è fermato a 1714 voti, e Rita Sanlorenzo (Area), a 1528.

Sono stati eletti anche i 10 giudici di merito che faranno parte del nuovo Csm. E' stato infatti completato lo spoglio delle schede da parte della commissione elettorale. I due più votati sono stati Marco Mancinetti di Unicost, giudice al Tribunale di Roma, con 733 voti, e Paola Maria Braggion, di Magistratura Indipendente, giudice a Milano, con 720. Dopo il grande successo di Davigo, non passano i due candidati di Autonomia e Indipendenza.

Gli altri eletti sono Giovanni Zaccaro, di Area, giudice a Bari, che ha avuto 671 voti; Gianluigi Morlini, Unicost, giudice del Tribunale di Reggio Emilia, 651 voti; Corrado Cartoni, Magistratura Indipendente, giudice a Roma, che ha ottenuto 614 preferenze; Michele Ciambellini, di Unicost, giudice Napoli, 598 preferenze; Alessandra Dal Moro, di Area, giudice a Milano, con 589 voti; Mario Suriano, di Area, giudice a Napoli, 567 voti; Paolo Criscuoli, Magistratura indipendente, giudice a Palermo, 540 preferenze e Concetta Grillo, Unicost, presidente di sezione al tribunale di Caltagirone, che ha avuto 522 voti.

Sono rimasti fuori Giuseppe Marra, di Autonomia e Indipendenza, magistrato al massimario della Cassazione, 490 voti; Ilaria Pepe, sempre di Autonomia e Indipendenza, consigliere presso la Corte d'Appello di Napoli, con 485 voti e Bruno Giangiacomo, di Area, presidente del Tribunale di Vasto, 387 preferenze. Sono ora in corso le operazioni di scrutinio per l'elezione degli ultimi togati, i 4 pubblici ministeri.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.