Home . Fatti . Cronaca . Migranti tutti sbarcati, anche Irlanda ne accoglie 20

Migranti tutti sbarcati, anche Irlanda ne accoglie 20

CRONACA
Migranti tutti sbarcati, anche Irlanda ne accoglie 20

Immagine di repertorio (Fotogramma/Ipa)

E' terminato lo sbarco al porto di Pozzallo dei 378 migranti dei 450 rimasti a bordo delle due navi della Guardia di Finanza e del dispositivo Frontex. In 377 uomini sono stati accompagnati all'hotspot di Pozzallo, un solo uomo è stato portato in ospedale per una ferita a un piede. Il pattugliatore della Finanza, Monte Sperone, e la Protector di Frontex si trovavano da quasi due giorni in rada in attesa delle comunicazioni.

Le donne e i bambini erano stato trasbordati già ieri pomeriggio a bordo di piccole motovedette della Guardia costiera, su disposizione del Viminale. Soltanto poco prima di mezzanotte è arrivato, invece, l'ok dal governo per fare scendere anche gli uomini che da oltre 24 ore stavano sulle due navi al largo di Pozzallo.

Durante lo sbarco la Squadra mobile di Ragusa ha fermato alcuni uomini con l'accusa di essere gli scafisti della traversata nel mare. Gli uomini sono stati portati in Questura e interrogati. Gli interrogatori "non si esclude che potrebbero sfociare in arresti", ha spiegato il sindaco di Pozzallo Roberto Ammatuna.

I minori non accompagnati, sbarcati dalle navi Protector e Monte Sperone a Pozzallo sono in tutto 128. Una équipe composta da una psicologa, un'assistente sociale e un mediatore culturale sono al lavoro nell'hotspot per dare loro aiuto e sostegno psicologico. L'équipe ha ascoltato soprattutto le minori donne e hanno avuto modo di apprendere la situazione di degrado in cui hanno vissuto in Libia. Le migranti hanno raccontato agli operatori messi a disposizione dalla prefettura di esser rimaste chiuse per 14 mesi in luoghi di prigionia senza poter uscire. Non a caso quasi tutte hanno difficoltà a deambulare. Hanno vissuto in difficili condizioni igienico-sanitarie ed hanno chiesto di fare esami per accertarsi se hanno ''contratto malattie".

Tra i minori non accompagnati, sbarcati invece ieri sera a Pozzallo, anche un ragazzino eritreo di 15 anni, arrivato da solo in Sicilia dopo aver perso il padre durante la traversata nel deserto. Magro, triste, taciturno, il minore ha raccontato con fatica la sua odissea al team di Save the Children, ha riferito la portavoce Giovanna Di Benedetto.

Mentre l'Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (Iom) ha riferito che quattro migranti sono morti prima del salvataggio. Secondo i sopravvissuti, circa 30 profughi che erano a bordo dell'imbarcazione sovraffollata si sono gettati in mare nella speranza di raggiungere una nave avvistata in lontananza. Questo è successo venerdì, quando la barca dei migranti era a corto di cibo e acqua, ha scritto su Twitter Flavio Di Giacomo, portavoce dell'Iom. Su 30, "quattro sono annegati", ha aggiunto.

IRLANDA ACCOGLIERA' 20 MIGRANTI - I 450 migranti sbarcati verranno poi redistribuiti nei Paesi della Ue che hanno annunciato la loro disponibilità ad accoglierne una parte. Dopo Francia, Malta, Germania, Spagna e Portogallo, oggi anche l'Irlanda ha accettato il ricollocamento di 20 migranti.

Intanto il portavoce capo della Commissione Europea, Margaritis Schinas, ha confermato che è stata ricevuta "la lettera del primo ministro Giuseppe Conte, che è indirizzata ai presidenti Juncker e Tusk. La lettera, naturalmente, si riferisce al seguito delle conclusioni del Consiglio Europeo e risponderemo a breve. In generale, la Commissione condivide pienamente il senso di urgenza ed è impegnata a dare seguito rapidamente a tutte le parti delle conclusioni del Consiglio, per quanto riguarda il nostro ruolo e le nostre competenze".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.