Home . Fatti . Esteri . Mo: Amnesty, Hamas ha giustiziato 23 palestinesi durante guerra con Israele

Mo: Amnesty, Hamas ha giustiziato 23 palestinesi durante guerra con Israele

ESTERI

Il movimento islamico di Hamas ha usato la guerra di Gaza dell'estate 2014 con Israele per ''regolare i conti'' con i rivali palestinesi giustiziando almeno 23 persone e commettendo così crimini di guerra. Lo denuncia Amnesty International in un rapporto diffuso oggi e nel quale parla di una ''brutale campagna di rapimenti, torture e uccisioni fuori dalla legge contro i palestinesi accusati di 'collaborazionismo' con Israele'' da parte di Hamas. Nel testo vengono documentate ''esecuzioni extragiudiziarie di almeno 23 palestinesi e l'arresto e la tortura di decine di altri''.

''E' assolutamente terribile che, mentre le forze di Israele uccidevano in massa e distruggevano a spese della popolazione di Gaza, le forze di Hamas hanno colto l'opportunità di regolare spietatamente i conti mettendo in atto una serie di uccisioni fuorilegge e altri gravi abusi'', ha detto il direttore di Amnesty per il Medioriente e il Nord Africa Philip Luther. Circa 2.200 palestinesi sono rimasti uccisi durante i 50 giorni di conflitto con Israele della scorsa estate, mentre sono stati 73 le vittime da parte israeliana.

In base all'ultimo rapporto di Amnesty, "le forze di Hamas hanno anche rapito, torturato o attaccato membri e sostenitori di al-Fatah, il principale rivale politico a Gaza, compresi ex membri delle forze della sicurezza dell'Autorità nazionale palestinese''. Inoltre, ''nessuno è stato riconosciuto responsabile dei crimini commessi dalle forze di Hamas contro i palestinesi durante il conflitto del 2014, mettendo in evidenza come questi reati siano stati commissionati o perdonati dalle autorità'' dell'enclave.

Luther ha poi accusato Hamas di "crimini terribili contro individui senza potere'' che in alcuni casi possono essere considerati crimini di guerra con un ''disprezzo delle fondamentali regole della legge umanitaria internazionale''. Amnesty rivolge quindi un appello all'Autorità nazionale palestinese (Anp) a Ramallah e a Hamas a "collaborare con l'autorità di indagine internazionale che è indipendente e imparziale'' in modo che ''i sospetti vengano consegnati alla giustizia''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.