Home . Fatti . Esteri . Continua la mattanza, un altro giornalista assassinato in Messico

Continua la mattanza, un altro giornalista assassinato in Messico

ESTERI
Continua la mattanza, un altro giornalista assassinato in Messico

(Infophoto)

Non si arresta la catena di omicidi di giornalisti nello stato messicano di Veracruz. La vittima caduta sotto i colpi dei killer è Juan Heriberto Santos e lavorava per l'emittente locale Telever, del network Televisa. Il giornalista è stato ucciso alle prime ore del mattino in un bar di Orizaba, assieme ad altre cinque persone. Il governo di Veracruz sostiene che il probabile obiettivo dell'agguato era un leader locale della gang dei los Zetas, Jose Marquez Balderas, che figura fra le vittime.

Due giornalisti del quotidiano El Toro, che erano presenti nel locale al momento dell'irruzione dei killer, hanno invece raccontato che il gruppo di uomini armati entrati nel bar ha puntato direttamente contro il tavolo dove era seduto Santos. Con l'esecuzione del reporter di Telever, salgono a 10 i giornalisti uccisi negli ultimi cinque anni nello Stato messicano di Veracruz.

Nemmeno cambiare città o stato mette i cronisti in prima linea al riparo dalla mano degli assassini. Lo scorso 31 luglio, il fotoreporter Ruben Espinosa è stato ucciso a Città del Messico proprio dopo essere fuggito da Veracruz, dove aveva ricevuto diverse minacce di morte. Il fotografo è stato trovato cadavere in un appartamento assieme ai corpi di quattro donne, una delle quali era un'attivista sociale scappata da Veracruz. Tutte le vittime recavano segni di tortura ed erano state uccise con un colpo di pistola alla testa.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI