Home . Fatti . Esteri . Pistorius ai domiciliari dal 20 ottobre

Pistorius ai domiciliari dal 20 ottobre

ESTERI
Pistorius ai domiciliari dal 20 ottobre

Oscar Pistorius

L'ex atleta paralimpico Oscar Pistorius, in carcere per aver ucciso la sua fidanzata Reeva Steenkamp nel febbraio 2013, ha ottenuto gli arresti domiciliari e il 20 ottobre uscirà dal carcere. Lo ha deciso, riferiscono i media sudafricani, il Parole Review Board che oggi ha esaminato la richiesta avanzata dai legali del corridore.

Nel prendere la decisione, i giudici hanno preso in considerazione tutte le informazioni, compresa una relazione sul profilo del reo, le direttive del Parole Review Board e il rispetto della famiglia della vittima, Ha detto in una nota il dipartimento carceri sudafricano, aggiungendo che il rilascio è stato concesso a condizione che Pistorius continui la psicoterapia e rispetti il divieto di portare con se un'arma da fuoco

Un avvocato della famiglia di Reeva Steenkamp, ​​Tanya Koen, ha detto all'emittente Sabc che i genitori erano stati informati della decisione sostenendo che "non è un giorno in più di carcere per l'assassino che riporterà indietro Reeva".

Pistorius ha sparato alla fidanzata attraverso una porta del bagno chiusa a chiave, ma ha sempre sostenuto che pensava si trattasse di un ladro che si era introdotto in casa. Condannato a cinque anni di reclusione per omicidio colposo avrebbe dovuto essere rilasciato il 21 agosto, ma la sua libertà vigilata è stata bloccata dal ministro della Giustizia Michael Masutha all'ultimo minuto perché considerata "prematura".

I genitori di Reeva credono Pistorius abbia sparato alla figlia mentre era in preda alla rabbia e hanno fatto appello al Comitato per la grazia di non liberarlo. L'ex atleta dovrà comunque tornare in aula il 3 novembre, giorno in cui comincerà il processo d'appello chiesto dall'accusa che punta ad ottenere una condanna per omicidio volontario. Se il giudice dovesse cambiare il verdetto, Pistorius potrebbe tornare dietro le sbarre per un minimo di 15 anni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.